FANDOM


Ulpius
Ulp1
Ultima apparizione Graditi Ospiti
Relazioni Tito Lentulus Batiato (Padrone)
Quinto Lentulus Batiato (Padrone/Rivale)
Enomao (Allievo/Amico)
Gannicus (Allievo)
Barca (Allievo)
Stato Deceduto
Attore Temuera Morrison
Doppiatore Pasquale Anselmo

Ulpius è il Maestro della Casa di Batiato gestita da Tito prima che il titolo passi ad Enomao ed è apparso esclusivamente in Spartacus: Gli Dei dell'Arena.

Apparenza FisicaModifica

SpartacusGx02 0249

Ulpius essendo il Maestro appare con una certa prestanza fisica anche se è più basso rispetto a molti degli altri gladiatori, la sua carnagione è scura probabilmente a causa delle sue origini non romane ed ha i capelli completamente rasati, ha una vistosa cicatrice che segna quasi tutto il suo viso, molto probabilmente causata da una ferita in combattimento durante il suo passato da gladiatore.

PersonalitàModifica

SpartacusGx02 0297

Ulpius viene rappresentato come una persona molto onorevole al pari di Enomao ed è molto socievole con gli altri gladiatori intrattenendo con alcuni di loro anche un rapporto di amicizia.

Guadagna il titolo di Maestro sotto la giurisdizione di Tito e quindi si trova molto spesso a discutere con Batiato le sue decisione a volte non molto ortodosse, la prima di queste è la sfida che Gannicus deve affrontare contro il Campione di Vezio nella piazza del mercato non credendo quel posto rispettoso per un gladiatore al confronto dell'arena. 

SpartacusGx02 1167

Ulpius tenta di colpire Ashur dopo la richiesta di recitare il giuramento

Stessa cosa quando Batiato condanna Indus alle miniere solo per ragioni personali che non riguardano la scuola e per ultima volta quando Batiato promette il Marchio della Confraternita ad Indus ed i due siriani Ashur e Dagan senza la prova finale, questo lo porta ad una discussione in cui rimprovera Batiato di non essere suo padre che gli costerà la sua posizione di Maestro che passa ad Enomao.

IniziModifica

Ulpius passa quasi tutta la sua vita come un gladiatore e si instaura prima come Campione della Casa di Batiato e poi come Maestro sotto Tito Lentulus Batiato.

Gli Dei dell'ArenaModifica

SpartacusGx01 0234

Quando Tito si trasferirà in Sicilia a causa della sua salute Ulpius mantiene il titolo di Maestro sotto la gestione dei figlio Quinto e compare per la prima volta mentre raggiunge Gannicus dopo la vittoria nel combattimento della piccola arena. Successivamente Ulpius compare sempre durante le sessioni di allenamento agitando la sua frusta e dando consigli ai gladiatori oltre ad intrattenersi a parlare con alcuni di loro tra cui principalmente Enomao, Gannicus e Barca.

SpartacusGx01 1097

Nei giorni seguenti anche se non completamente d'accordo accompagna Batiato per essere da supporto a Gannicus per la sfida contro il Campione di Vezio e Tullio nella piazza del mercato.

SpartacusGx02 0395

Il volto di Ulpius dopo che Batiato condanna Indus alle miniere

Ulpius entra per la prima volta in contrasto con Batiato quando a seguito di un combattimento di allenamento Indus per scherzo chiede il missio ma il padrone affacciato al balcone ed innervosito dall'ennesima provocazione lanciata da Tullio dopo l'agguato subito si sfoga ordinando ad Indus di essere incatenato e condannato alle miniere.

SpartacusGx02 1032

Batiato toglie a Ulpius il titolo di Maestro per affidarlo ad Enomao

Ulpius compare di nuovo per il saluto verso Batiato che è in compagnia di Varo  desideroso di vedere un combattimento, poco dopo durante la serata Batiato ordina a Ulpius di marchiare Ashur e Dagan per il servizio offerto nel pomeriggio quando hanno aggredito Vezio ed i suoi uomini, il Maestro protesta credendo disonorevole consegnare il Marchio a delle reclute che non hanno passato la prova finale, Batiato non dà importanza alle sue parole e gli ordina di eseguire allora Ulpius lo rimprovera di non essere come suo padre visto che lui non lo avrebbe mai permesso allora Batiato reagisce rabbiosamente togliendogli il titolo di Maestro dopo il suo servizio per affidarlo ad Enomao.

SpartacusGx02 1217
Non avendo più un ruolo meritevole all'interno della scuola, Ulpius rimane molto scosso non avendo più uno scopo visto che la sua vita si è basata interamente di quello allora nel frattempo che marchia i due siriani si rifiuta di fargli pronunciare il giuramento trattandoli molto male arrivando ad insultarli, Enomao vicino a lui non riesce a capire il suo comportamento e cerca di calmarlo chiedendo spiegazioni ma Ulpius a quel punto lo attacca ed i due cominciano
SpartacusGx02 1354
a combattere, all'inizio sembrano combattere alla pari ma Enomao cerca soltanto di difendersi, questo innervosisce ancora di più Ulpius che invita l'allievo a confrontarsi seriamente e lo ferisce sul petto fino a spingerlo sul ciglio della scogliera, Enomao accorgendosi che il Maestro è veramente
SpartacusGx02 1454
intenzionato ad ucciderlo è costretto a rispondere ai colpi ed alla fine lo trafigge all'addome uccidendolo, con un ultimo filo di voce Ulpius dice sorridendo che gli ha insegnato bene.

Quando Tito ritorna alla scuola Enomao lo informerà della morte del suo vecchio Maestro per poi prenderne lui il posto.

NoteModifica

  • L'interprete Temuera Morrison ha praticato in passato le arti marziali come il pugilato, Mau Rakau e kung fu.
  • Nella serie Ulpius appare come più anziano di tutti gli altri gladiatori invece in realtà Peter Mensah l'interprete di Enomao ha una età maggiore di due anni.
  • Il nome Ulpius non viene mai pronunciato durante la serie ma viene annunciato nel cofanetto dei DVD in versione Blu-ray di Spartacus: Gli Dei dell'Arena.
  • In Spartacus: Gods of the Arena The Game viene rivelata la posizione di Ulpius come Campione della Casa di Batiato.

ApparizioniModifica

Immagini PromozionaliModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale