FANDOM


Ulpianus
Ulpp1.jpg
Ultima apparizione Fratelli di Sangue
Relazioni Moglie
Figlio
Laeta (Amica)
Stato Deceduto
Attore Charlie Bleakley

Ulpianus è il fornaio della città di Sinuessa ed è apparso esclusivamente in Spartacus: La Guerra dei Dannati.

Apparenza FisicaModifica

Ulpianus è un uomo di mezza età e di corporatura robusta ma non grassa, ha il viso rotondo, gli occhi azzurri ed i capelli corti e biondi che fanno strasparire la fronte un po' stempiata. Indossa infine degli umili vestiti ma dignitosi e completati con una piccola medaglietta al collo.

PersonalitàModifica

Ulpianus è una persona carina e gentile che non usa mai un linguaggio scurrile nemmeno con gli schiavi. Lui ama moltissimo sua moglie e disprezza la violenza ma per prendersi cura di lei e del prossimo figlio in arrivo è disposto a fare tutto quello che è necessario per la loro sopravvivenza.

La Guerra dei DannatiModifica

Spartacus3x02 0101.jpg

Ulpianus compare per la prima volta mentre sta parlando con Laeta, la moglie dell'Edile, della scarsa quantità di grano rimasta invitandola a parlare con suo marito Ennius per aiutarlo nel sostentamento.

Quando i ribelli invadono la città di Sinuessa, Ulpianus e la moglie cercano di scappare per le montagne ed invitano Laeta a seguirli ma lei rifiuta e viene catturata da Spartacus, poco dopo anche il fornaio viene fatto prigioniero e portato nella piazza del mercato dove Sanus, Saxa e Nemetes sono pronti a giustiziarli fino a che non vengono fermati da Spartacus.

Spartacus3x03 0112.jpg

Ulpianus lotta per la vita della moglie e del figlio

Successivamente Ulpianus e sua moglie sono in catene e Nemetes si avvicina a loro, poi dopo aver notato che la donna è incinta si appresta a consegnargli del pane in cambio dei suoi gioielli. Il fornaio pur di far mangiare la moglie gli confessa il posto esatto dove nasconde tutti i suoi averi, a questo punto il Germano getta a terra la ricompensa che viene notata da un altro prigioniero affamato ed entrambi si scagliano sopra quel tozzo di pane dando vita ad una rissa.

Spartacus3x03 0167.jpg

Crisso che assiste alla scena, separa i due romani e li costringe a combattere in un duello all'ultimo sangue ed il vincitore si aggiudicherà il pane, detto questo Naevia consegna le armi ai due ed Ulpianus afferma di non essere capace a maneggiare una spada ma nonostante tutto inizia a combattere per il bene di sua moglie. I due prigionieri si scambiano goffamente alcuni colpi fino a che il fornaio perde di mano la spada e viene colpito in faccia con l'elsa della spada, immediatamente si trovano uno sopra l'altro con le mani che stringono la gola di entrambi ed alla fine è proprio Ulpianus ad avere la meglio riuscendo a raccogliere la spada e conficcarla dentro il collo dell'avversario.

Spartacus3x03 0187.jpg

A questo punto il vincitore è pronto ad afferrare il suo premio quando Naevia nota una spada vicino al pezzo di pane e più per risentimento personale che per protezione colpisce la mano di Ulpianus rischiando di amputarla, alle urla di dolore Attius interviente in sua difesa mentre sua moglie resta in lacrime vicino a lui.

Successicamente Naevia e Nemetes vengono informati da Saxa che un gruppo di prigionieri è scomparso di cui fanno parte Ulpianus e la moglie, verrà poi rivelato poco più tardi che sono stati nascosti sotto una botola da Laeta che appena può porta loro qualcosa da mangiare.

Il loro nascondiglio rimane segreto per breve tempo quando i prigionieri vengono trovati da Gannicus e Saxa accompagnati da Sibilla.

Spartacus3x04 0991.jpg
Al momento del massacro messo in atto dai ribelli sotto l'istigazione di Cesare, il gruppo di prigionieri guidato da Laeta viene scortato da Saxa su ordine di Spartacus fino a quando non vengono intercettati dai ribelli più facinorosi e Nemetes completamente a sangue freddo uccide Ulpianus davanti agli occhi inorriditi della moglie e Laeta trafiggendolo con la spada.
Spartacus3x05 0007.jpg

Il corpo di Ulpianus viene mostrato per l'ultima volta prima di essere appeso e drenato del suo stesso sangue per poi essere cosparso di sale e conservato per un ulteriore utilizzo all'arrivo di Crasso e le sue legioni.

NoteModifica

  • Il nome di Ulpianus richiama il riferimento Eneo Domizio Ulpiano, famoso giurista e politico romano, fu mentore ed amico personale dell'Imperatore Alessandro Severo e negli ultimi suoi anni instaurò fra i pretoriani un clima di rigidità ed austerità che portò alla sua uccisione nel 228 grazie alla congiura organizzata da Marco Aurelio Epagato, viene ricordato per le sue riforme sul diritto amministrativo e civile che rimangono tutt'oggi a fondamento del diritto moderno e studiate nelle facoltà di giurisprudenza, le sue opere diedero anche lo spunto basilare per la redazione del Digesto di Giustiniano.

ApparizioniModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale