FANDOM


Tullio
Tumblr lxg2y7A4I81qc8hj1o1 500
Nome originale Tullius
Ultima apparizione Libertà Amara
Relazioni Vezio (Amico)
Sesto (Amico)
Quinto Lentulus Batiato (Rivale)
Tito Lentulus Batiato (Rivale)
Marco Decius Solonio (Rivale)
Gaia (Amante)
Stato Deceduto
Attore Stephen Lovatt
Doppiatore Pino Insegno

Tullio è un ricco mercante di Capua ed il principale antagonista apparso esclusivamente in Spartacus: Gli Dei dell'Arena.

Apparenza FisicaModifica

Tullio veste sempre degli abiti costosi ed indossa molti gioielli come collane, anelli e bracciali a causa del suo elevato stato sociale, ha una carnagione chiara e dei capelli corti, biondi e ben ordinati. 

PersonalitàModifica

Tullio è un abile e rispettato uomo d'affari di Capua ed è interessato anche ai giochi ed i combattimenti dei gladiatori essendo intento grazie al suo denaro alla costruzione della Nuova Arena di Capua.

La sua ambizione lo porta a cercare fama e denaro anche sulla sabbia dell'arena quindi cerca ripetutamente di acquistare Gannicus a Batiato avendo notato le grandi qualità che dispone il gladiatore celta con la possibilità di farlo combattere nel primus dei nuovi Giochi.

Tullio è una persona senza pietà alcuna e non esita ad uccidere chiunque si sovrapponga verso il suo obbiettivo, si vendica della sconfitta del suo protetto Vezio nella piazza del mercato assalendo e picchiando selvaggiamente Batiato.

SpartacusGx04 0874

Tullio non esita ad uccidere Gannicus anche dopo essersi arreso

La sua vera indole si manifesta principalmente durante la festa indetta da Lucrezia e Batiato per guadagnarsi il favore di Petronio quando si presenta inaspettatamente tra gli ospiti dopo essere stato informato segretamente da Solonio, intraprende un combattimento di esibizione con Gannicus e non
SpartacusGx04 1013

Tullio resta in disparte per tutta la festa

intende fermarsi neanche quando Gannicus si arrende alzando le due dita in segno del missio ed è necessario l'intervento di Lucrezia per evitare che Tullio lo uccida, dopodiché durante tutta la festa non partecipa mai a nessun atto sessuale con le schiave rimanendo sempre concentrato nel suo piano e successivamente si abbandona alla corte di Gaia per poi ucciderla barbaramente come messaggio diretto esclusivamente a Batiato.

Abilità nel CombattimentoModifica

SpartacusGx04 0783

Tullio dichiara in gioventù di aver fatto parte dell'esercito romano della Repubblica quindi durante la festa di Batiato chiede un incontro di esibizione affrontando Gannicus, Tullio si dimostra abile con l'uso della spada ma non al livello di un gladiatore addestrato quindi riesce a ferire e stendere a terra Gannicus soltanto perché è proprio quest'ultimo ad abbassare spesso la guardia e tenere vivo il confronto eseguendo il suggerimento di Enomao per evitare che Tullio venisse umiliato di fronte a tutti gli altri ospiti.

Nello scontro che segue tra i suoi uomini e quelli di Batiato per le vie di Capua prima di essere catturato, Tullio riesce a difendersi anche a mani nude ma deve inesorabilmente soccombere alla numerosità numerica ed alla maggiore abilità di gladiatori addestrati come Gannicus ed Enomao.

IniziModifica

Non si conosce molto della giovinezza di Tullio ma a quel tempo non è sicuramente un tipo facoltoso come nel periodo attuale ed è invaghito di Gaia e tenta spesso di sedurla ma senza avere mai successo a causa del carattere della ragazza, sempre in cerca di uomini ricchi da sfruttare, entra a far parte dell'esercito romano fino a che riesce ad ottenere quel successo sperato diventando una persona molto ricca e guadagnandosi una elevata considerazione sociale, sfrutta le importanti conoscenze fatte tra cui quella del Magistrato Sesto e riesce ad elargire molti patrocinii ed uno di questi è riservato al suo amico Vezio ed alla sua casa di gladiatori.

Intraprende la professione di mercante specialmente attraverso i suoi possedimenti in Antiochia ma instaura anche la sua base a Capua nella macelleria del suo compagno Nestore per poi entrare a far parte degli affari che riguardano i gladiatori con l'intenzione di offrire schiavi e denaro per la costruzione della Nuova Arena.

Gli Dei dell'ArenaModifica

Tullio compare per la prima volta al termine dell'ultima sfida vinta da Gannicus nella piccola arena mentre accompagna il suo amico, il Magistrato Sesto per sedersi accanto a Vezio e sugli spalti il rammarico di Batiato per non aver potuto far notare le gesta del suo gladiatore così da invogliarlo ed introdurlo nei Giochi della Nuova Arena di cui Tullio è uno dei principali responsabili.

SpartacusGx01 1073
Il giorno successivo Batiato e Solonio incontrano Tullio e Vezio mentre passeggiano per le vie di Capua, tra i tre lanisti nasce una discussione e Batiato sfida il Campione di Vezio in un incontro nella piazza del mercato e Tullio acconsenta a partecipare, il giorno seguente Tullio accompagna di nuovo Vezio ed il Magistrato Sesto per ufficializzare l'incontro, quando poi Gannicus riesce a sconfiggere Otho nonostante fosse bendato Tullio rimane molto
SpartacusGx01 1584

Tullio si vendica del rifiuto di Batiato per la vendita di Gannicus

stupito del gladiatore ed invita Batiato la sera stessa alla macelleria di Nestore per parlare degli affari che possono concludere insieme, arrivata la sera Batiato ed un suo servo arrivano alla macelleria ed inaspettatamente Tullio si offre di comprare Gannicus, Batiato desideroso di partecipare ai Giochi proprio con il suo gladiatore rifiuta allora Tullio ed i suoi uomini uccidono il servo poi dopo aver incappucciato Batiato lo picchiano ripetutamente per poi urinargli e sputargli addosso mentre è disteso a terra privo di sensi.
SpartacusGx03 0634

Nei giorni seguenti Tullio continua imperterrito a rinnovare la sua offerta per l'acquisto di Gannicus facendo infuriare Batiato, la situazione si calma quando Tito ritorna dalla Sicilia e prende lui in mano le redini della scuola ed innanzitutto per appianare le divergenze con Tullio si incontra con lui e rimuove Gannicus dai Giochi dopo che aveva guadagnato la sua posizione grazie all'intercessione di Varo.

SpartacusGx04 0682

Tullio compare senza invito alla festa

Tullio fa di nuovo la sua comparsa senza invito alla festa organizzata da Gaia e Lucrezia per conquistare il favore di Petronio così da poter recuperare di nuovo la posizione nei combattimenti della Nuova Arena, al momento della consegna delle maschere per il divertimento della serata Tullio afferma la volontà di potersi confrontare in un combattimento di esibizione contro Gannicus, i due quindi cominciato a combattere e Gannicus più volte ha l'opportunità di batterlo ma abbassa volontariamente la guardia per non umiliare l'ospite e ricevendo di conseguenza molte ferite sul suo corpo, terminato il combattimento in favore di Tullio, l'ospite comincia a
SpartacusGx04 1121

Gaia tenta di sedurre Tullio

passeggiare attraverso gli ospiti che si intrattengono in rapporti sessuali con gli schiavi, Gaia approfittando dell'opportunità di capire le sue intenzioni e fare pace con Batiato si sacrifica e decide di sedurlo così da trovare anche indirettamente un marito, i due si appartano in un'altra stanza e parlano dei vecchi tempi e poi cominciando a scambiarsi delle affezioni fino ad iniziare un vero e proprio rapporto mentre Tullio pronuncia verso di lei le sue ultime parole dicendo che ha un messaggio da consegnare a Batiato tramite lei.
SpartacusGx04 1182

Tullio riferisce a Lucrezia il suo "messaggio"

Terminata la festa e tutti gli ospiti se ne sono andati, Tullio è l'ultimo rimasto e dirigendosi verso Lucrezia gli suggerisce di raggiungere Gaia perché ha un messaggio per lei e per suo marito, sospettosa delle sue parole Lucrezia si incammina verso la stanza e trova la sua amica morta con la testa letteralmente fracassata.

SpartacusGx05 0631

Tullio porta in dono la giara di vino a Tito che sarà per entrambi fatale

Alcuni giorni dopo Tullio ritorna alla villa per avere un colloquio con Tito che gli chiede spiegazioni sulla morte di Gaia, Tullio risponde che è venuto proprio per scusarsi di questo e gli porta una giara di vino in regalo e la partecipazione ai Giochi della Nuova Arena poi propone di nuovo la sua offerta per l'acquisto di Gannicus, Tito risponde che al termine del torneo che ha indetto se Gannicus perderà gli verrà subito venduto.

SpartacusGx06 0540

Tullio catturato dagli uomini di Batiato

A questo punto è la vendetta di Lucrezia per la morte dell'amica che ha il sopravvento ed avvelena la giara di vino che Tullio porta in regalo per uccidere Tito ed inconsapevolmente Melitta facendo cadere la responsabilità di queste tragedie direttamente su di lui, anche Solonio per cercare un vantaggio personale fa il doppiogioco ed invita Tullio e Vezio al confronto con Batiato, i due però cadono in trappola venendo circondati dagli uomini di Batiato che
SpartacusGx06 0693

Tullio pugnalato ripetutamente da Batiato, Gannicus ed Enomao per vendicare la morte di Tito e Melitta

danno vita da un combattimento dove Vezio rimane a terra privo di sensi mentre Tullio viene catturato da Batiato e portato insieme a Gannicus ed Enomao sotto le fondamenta della Nuova Arena in costruzione, Tullio ormai conscio del pericolo provoca di nuovo Batiato dicendo che suo padre era una persona onorevole rispetto al figlio e Batiato preso
SpartacusGx06 0712

Tullio viene infine sepolto vivo nelle fondamenta della Nuova Arena

dall'ira raccoglie le ceneri di suo padre e le sparge sulla sua bocca facendogliele ingoiare poi lo pugnala all'addome vendicandosi della vicina perdita e stessa cosa fanno Gannicus ed Enomao che lo trafiggono numerose volte per la morte di Melitta poi ancora cosciente viene murato vivo da Batiato nelle fondamenta dell'anfiteatro.

Al momento dei Giochi finali, l'assenza di Tullio viene giustificata da un incombente impegno nei suoi territori in Antiochia dove verrà seguito da Vezio.

NoteModifica

  • Stephen Lovatt ha già lavorato
    Hades1

    Stephen Lovatt è Ade in Xena - Principessa Guerriera

    in precedenza con Lucy Lawless ed i produttori della serie intepretando vari ruoli specialmente in Xena - Principessa Guerriera nella parte di Ade il Dio degli Inferi.
  • Tullio condivide il suo nome con il famoso Marco Tullio Cicerone.
  • Il nome di Tullio potrebbe essere comunque riferito alla Gens Tullia che deriva da Servio Tullio 6° Re di Roma.
  • Tullio è uno dei personaggi più facoltosi della serie, è un ricco e rispettato commerciante, possiede una macelleria gestita dal suo uomo Nestore, è proprietario della vendita di schiavi gestita da un altro suo uomo di nome Appius e collabora insieme all'amico Vezio negli affari riguardanti i Giochi dei gladiatori.
  • Tullio usa i suoi schiavi ed il suo denaro per costruire la Nuova Arena.
  • Il creatore Steven S. DeKnight ha scherzato nel commentare l'episodio "Libertus" di Spartacus: La Vendetta esprimendo il desiderio di vedere Tullio vivo o morto uscire o essere mangiato dai ratti dopo la distruzione dell'Arena di Capua.

ApparizioniModifica

Immagini PromozionaliModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale