FANDOM


Teocoles
Sbs105 1851
Nome originale Theokoles
Ultima apparizione Scontro all'Ultimo Sangue (Storia)
Peccati del Passato (Personaggio)
Relazioni Madre
Karina (Amante)
Gharib (Amico/Rivale)
Figlio di Gharib (Amico/Rivale)
Enomao (Rivale)
Spartacus (Rivale)
Crisso (Rivale)
Stato Deceduto
Attore Reuben de Jong
Doppiatore Daniel Spink (Motion Comic)

Teocoles è un gladiatore leggendario ed è conosciuto con il soprannome di L'Ombra della Morte, apparso esclusivamente in Spartacus: Sangue e Sabbia e protagonista del motion comic The Shadow of Death.

Apparenza FisicaModifica

Spartacus1x05 1524

Teocoles è un gladiatore albino quindi caratterizzato dalla sua carnagione chiarissima, i capelli lunghi e di colore giallo avorio tendente al bianco, l'iride dei suoi occhi è di colore rosso ed i suoi denti sono storti ed anneriti.

E' di una statura imponente, forse il personaggio più grande ed alto mai apparso in tutta la serie. Il suo corpo è rigorosamente muscoloso e ricoperto da lunghe e profonde cicatrici dalle ferite riportate durante i combattimenti che rendono il suo viso sfigurato, infine possiede un grande tatuaggio che ricopre la sua spalla destra che è stato dato dai pirati Cilici dopo averlo accolto tra il loro equipaggio.

Teotatoo

I pirati appongono sul braccio di Teocoles il tatuaggio come segno di appartenenza

Nonostante sia un gladiatore non usa nessun abbigliamento o protezione ma soltanto un balteus per coprire le sue parti intime, due bracciali stretti con dei lunghi lacci ai polsi e due grosse cavigliere che raggiungono interamente il ginocchio.

In The Shadow of Death le uniche piccole differenze che si possono riscontrare sono la sua carnagione più rosea, i suoi capelli sono distinti da un riflesso di colore celeste e pure gli occhi sono azzurri.

PersonalitàModifica

Teokar1

Teocoles si innamora della giovane Karina

La personalità di Teocoles viene segnata fin dalla nascita visto è costretto a crescere senza un padre e molto presto perde anche sua madre, vive una vita pressoché solitaria e da eremita proprio per l'imbarazzo delle forme del suo fisico che si formano nel tempo, venendo così per questo emarginato dalle persone del suo paese, fondamentalmente è una persona dall'animo gentile e che mostra rispetto e riguardo verso le figure femminili, molto probabilmente per gli insegnamenti appresi dalla madre prima della sua dipartita ed il valore dell'amore nato con Karina e che continuerà a tenere in considerazione anche in futuro.

Sbs105 1971

Teocoles si rialza ed arringa la folla contro Spartacus e Crisso

Successivamente l'arena diventa il suo unico punto di riferimento ed il luogo dove può esprimere liberamente tutto il suo essere, anche dopo essersi ritirato dai combattimenti Teocoles accetta nuovi ingaggi per poter tornare nell'arena e godere della gloria e della fama attraverso il pubblico oltre ad intimorire il proprio avversario mostrandogli i denti ed urlargli in faccia per divertire la folla.

Abilità nel CombattimentoModifica

Teocoles combatte nello stile del Dimachaerus ed è dotato soltanto di due spade nel suo equipaggiamento.

Teocoles è uno dei più grandi, forti e resistenti guerrieri comparsi in tutta la serie e le sue imprese leggendarie nell'arena sono entrate a far parte della storia mitica dei gladiatori.

  • Resistenza: Quello che
    Theokoles battles village copia
    contraddistingue di più Teocoles è la sua durabilità, nonostante venga ferito ripetutamente sembra non accusare mai nessun dolore o sofferenza. La prima volta che mostra questa caratteristica è quando l'intera popolazione cerca di ucciderlo per vendicare la morte di Karina ma pur venendo ferito una moltitudine di volte riesce a liberarsi di loro agevolmente uccidendoli tutti. Durante il combattimento contro Enomao, combatte senza sosta contro di lui per ore ed anche con una spada conficcata in una spalla avrebbe potuto continuare
    Spartacus1x05 1694
    imperterrito la lotta fino al termine. Stessa cosa succede durante il combattimento tra lui e la coppia di Spartacus e Crisso che dopo aver subito numerose ferite per tutto il corpo, si rialza e riprende la sua avanzata senza battere ciglio, una ulteriore conferma è quando Crisso lo trafigge all'addome e Teocoles per incutergli paura lo avvicina a se conficcando ancora di più la lama nella sua carne senza avere una minima espressione di dolore anzi dopo aver gridato sul volto del suo avversario tutta la sua furia, consente l'estrazione della spada riprendendo tranquillamente il combattimento.
  • Forza: Grazie alla
    Teocing
    sua stazza Teocoles può usufruire di una sorprendente potenza fisica che annichilisce e spazza via letteralmente gli avversari. Questa caratteristica lo accompagna fin da quando è un bambino ed indirettamente è lui la causa della morte di sua madre e di quella di Karina per la sua forza incontrollata durante un rapporto sessuale tra i due. La prima volta che mostra la sua potenza è quando scappando dalla folla che voleva ucciderlo dopo quello che era successo a Karina dismembra un uomo a mani nude e nella stessa situazione salva il figlio di Gharib uccidendo il branco di cinghiali che lo stava attaccando, invece nell'arena si può notare come i colpi inflitti da Teocoles mettano in grande difficoltà sia Spartacus che Crisso e con quale facilità riesca ad alzarli da terra o stenderli con un semplice attacco.
  • Spada: E' l'arma principale
    Spartacus1x05 1639
    di Teocoles e con essa dimostra moltissima esperienza e pericolosità, attraverso lo stile Dimachaerus ha a disposizione due spade ma è abilissimo anche con una soltanto e non usa nessuno scudo perché nonostante la sua grossa statura, Teocoles è dotato di una sorprendente velocità che sfrutta interamente per sconfiggere i suoi avversari.

The Shadow of DeathModifica

Teomad1
Teomad

Teocoles piange davanti al corpo di sua madre

Teocoles nacque in un paesino situato sulla valle del fiume Eurota nel territorio del Peloponneso nel sud della Grecia, già da neonato era gigantesco e sua madre rimase completamente paralizzata per darlo alla luce, suo padre di origine spartana era già morto sul campo di battaglia e la moglie fu costretta a crescere il figlio da sola dandogli il proprio latte fino a quando anche lei morì a causa della forza naturale di Teocoles che gli tolse lentamente la vita.

Teokar2

Dopo la sua morte Teocoles visse nella sua casa facendo una vita solitaria e pochissime volte si dirigeva in paese per l'emarginazione dei cittadini nei suoi confronti a causa del suo aspetto, l'unica persona che era gentile con lui, era una ragazza di nome Karina che lo accolse nella sua casa, lo ospitò e tra i due nacque un sentimento di affetto.

Teopop

Teocoles sta per essere linciato dalla folla per la morte di Karina

Nei giorni seguenti Teocoles tornò a visitare molto spesso la sua compagna e nel momento in cui i due amanti cominciarono a fare l'amore, la potenza e l'irruenza di quest'ultimo causò dopo sua madre anche la morte di Karina, disperato per l'accaduto chiese immediatamente aiuto alle persone vicine ma i cittadini cominciarono a chiamarlo mostro e tentarono di ucciderlo, Teocoles fu ferito ripetutamente ma la sua reazione fu tremenda ed uccise da solo ogni individuo presente per poi dare a fuoco l'intero villaggio.

Teopir1

Dopo questa azione seppellì Karina accanto a sua madre per poi lasciare la Laconia e non tornarci mai più, si rifugiò sulle montagne per cercare uno scopo per cui valeva la pena continuare a vivere. Un giorno mentre si stava riposando sotto un albero, un branco di cinghiali gli si avvicina con l'intento di cibarsene ma un ragazzo interviene uccidendo uno di questi, il resto degli animali cambia il loro obbiettivo ed attacca il ragazzo ma Teocoles si sveglia e lo salva spezzando il collo dei cinghiali letteralmente a mani nude. Il ragazzo era il figlio di uno dei comandanti dei pirati Cilici che per ringraziamento lo presero a bordo della loro nave ed aggregarlo al loro equipaggio.

Teopir2

Il capo dei pirati di nome Gharib gli insegnò tutto quello che riguardava il mare ed insieme cominciarono a depredare le altre navi confiscando numerosi tesori, in una di queste azioni Teocoles gli salvò la vita e Gharib divenne per lui come un secondo padre.

Teopir3

Teocoles massacra l'intero equipaggio dei pirati per la violenza perpetrata sulle donne catturate

Finalmente Teocoles viveva in pace con se stesso quando una notte i pirati decisero di prendersi uno svago con le donne che facevano parte della ciurma catturata ed essere poi vendute come schiave, le urla di dolore delle prigioniere che stavano per essere violentate stupì e terrorizzò talmente Teocoles che reagì furiosamente ed uccise tutti i pirati compreso Gharib, dopodiché per giorni navigò da solo per mare fino a quando una tempesta lo fece naufragare sulle sponde di Roma.

Teogla

Teocoles acclamato come una leggenda nell'arena

Purtroppo il guerriero non riuscì a salvare le donne dell'equipaggio che morirono nel naufragio e Teocoles scoprì l'accaduto proprio quando venne catturato dai soldati romani al suo risveglio. L'unico posto che Roma aveva in riserbo per un mostro del genere era l'arena ed in poco tempo divenne un gladiatore leggendario, Teocoles non aveva padroni ma veniva reclutato per combattere ed usava il compenso per il proprio sostentamento personale.

Teoeno1

Teocoles contro Enomao, Campione della Casa di Batiato

Nel tempo trascorso nell'arena Teocoles non aveva mai perso un incontro fino a quando si trovo di fronte Enomao, il Campione della Casa di Batiato, il loro combattimento andò avanti per ore in maniera equilibrata ed il gladiatore numide riusci a conficcargli anche una spada nella sua scapola sinistra ma Teocoles non si scompose nemmeno un secondo e con un calcio lo gettò a terra e cominciò a ferirlo all'addome, su una guancia e dietro la schiena, ormai Enomao era pronto ad accogliere la morte quando dalla tribuna Teocoles sentì l'urlo di dolore lanciato da
Teoeno2
Melitta in direzione di suo marito e scoprì che aveva al suo fianco una donna che lo amava, improvvisamente ebbe un gesto di pietà ed acconsenti ad Enomao di estrarre la spada dal suo corpo e ricominciare. Il valore dei due guerrieri portò il Magistrato che assisteva ai giochi a fermare l'incontro e decretare il risultato in parità salvando così la vita ad entrambi i contendenti, il verdetto fu accolto con gioia da Teocoles mentre Enomao era contrario nel condividere questo risultato e se ne andò vergognandosi per l'impresa fallita.

Successivamente grazie ai guadagni ricavati dai combattimenti si ritira dalla sua attività di gladiatore ma spesso ritorna nell'arena dopo essere ingaggiato per divertire la folla e sentire di nuovo quel senso di onnipotenza e di gloria che il successo nell'arena riesce a trasmettere.

Gli Dei dell'ArenaModifica

Teocoles viene menzionato da Enomao quando comunica alla moglie il desiderio di tornare presto a combattere nell'arena vista l'assenza di un anno dai giochi per recuperare dalle ferite riportate nel loro precedente combattimento.

Sangue e SabbiaModifica

Spartacus1x03 1019

Uno dei gladiatori dilaniati da Teocoles durante il racconto di Kerza

Teocoles viene menzionato per la prima volta nell'arco temporale della serie quando i gladiatori si trovano nelle loro celle aspettando il giorno dopo per partecipare ai Vulcanalia e Kerza racconta agli altri la storia leggendaria del guerriero greco per poi concludere dicendo che soltanto un uomo è sopravvissuto in un combattimento contro di lui, Kerza però non riesce a riferire il nome perché coincidentalmente sopraggiunge Enomao che dice ai gladiatori di smettere di parlare e cominciare a dormire in vista dei Giochi del giorno seguente.

Successivamente il Magistrato Calavio giunge alla villa di Batiato accompagnato da Solonio per parlare dei Giochi a lui dedicati e quest'ultimo comunica ufficialmente di aver ingaggiato Teocoles per il combattimento finale, dopodiché i tre scelgono l'avversario degno dal opporgli e su suggerimento dello stesso Solonio oltre a Crisso, Campione di Capua gli viene affiancato Spartacus come supporto.

Annunciato il combattimento ai gladiatori, Spartacus nella sala del pranzo discute con Varro per avere informazioni sul suo avversario mostrando un certo scetticismo sulla veridicità delle sue affermazioni, Varro allora racconta all'amico che Teocoles è stato ferito un migliaio di molte senza essere mai sconfitto quindi è meglio non sottovalutarlo, infine Spartacus chiede le sue quotazioni se perdesse l'incontro e Varro risponde che con quella somma potrebbe riscattare anche dieci mogli.

Saputa la notizia, Enomao parla con Batiato cercando di convincerlo a sostituirlo ai due allievi così da chiudere definitivamente il conto in sospeso con lui, il padrone però rifiuta la sua richiesta ed anzi ordina al Maestro di allenare al meglio Crisso e Spartacus per il loro combattimento.

Spartacus1x05 1527
Giunti finalmente all'incontro finale i due gladiatori entrano nell'arena e dopo di loro Teocoles che porta con se nuvole nere che coprono interamente il cielo, quando poi il combattimento ha inizio il grande guerriero parte subito all'attacco, i tre combattenti
Spartacus1x05 1572
cominciano a scambiarsi diversi colpi ma Spartacus e Crisso riescono in maniera coordinata, come gli è stato insegnato da Enomao a contrastarlo perfettamente, il trace intanto lo ferisce ad una gamba mentre poco dopo Crisso il procura un largo taglio all'addome poi ancora Spartacus lo colpisce facendolo sbilanciare ed infine i due insieme gli procurano altre due lunghe ferite sul petto che costringono Teocoles a cadere a terra.
Spartacus1x05 1641
A questo punto credendo di aver vinto i due gladiatori di Batiato si tolgono l'elmo e cominciano a festeggiare insieme al pubblico che li acclama quando però sorprendentemente Teocoles si rialza alle loro spalle ancora più furioso di prima ed accompagnato dai fulmini ritorna di nuovo all'attacco. A questo turno, Crisso egoisticamente decide di affrontare da solo l'avversario e più volte spinge via Spartacus che cerca di difendersi, poco dopo tutti e due vengono scaraventati a
Spartacus1x05 1676
terra ma è ancora Crisso che avanza, ma ancora una volta viene atterrato. Adesso è il turno di Spartacus che prova a sottometterlo ma la forza di Teocoles è troppo grande e riesce a spingere anche lui a terra, dopodiché prova ad infilzarlo con tutte e due le spade ma il trace intelligentemente riesce a bloccare le sue mani con lo scudo e lo colpisce in bocca con l'elsa della spada facendolo sanguinare copiosamente, Teocoles però si riprende subito e togliendo le spade da sotto il suo corpo getta Spartacus lontano.
Spartacus1x05 1702

Crisso rialzato precedentemente ritorna ad affrontarlo e conficca la sua spada nell'addome ma Teocoles sembra non sentire alcun dolore anzi lo avvicina a se conficcando la spada ancora di più dentro il suo corpo per poter essere abbastanza vicino a lui per lanciare sul suo volto un urlo con lo scopo di intimorirlo poi lo allontana dandogli una testata, alcuni secondi dopo estrae la spada dalle sue carni poi apre facilmente la guardia di Crisso spostando lo scudo e assestargli un fendente mortale al petto e dietro la schiena facendolo cadere sulle sue ginocchia.

Spartacus1x05 1780

Teocoles viene accecato dai raggi solari riflessi dall'elmo di Crisso

Spartacus approfitta di questa cosa per saltare sopra lo scudo ed attaccare Teocoles dall'alto, il vantaggio però dura pochi minuti perché il guerriero gigante riesce a fargli cadere lo scudo e colpirlo ripetutamente in faccia con dei pugni. Crisso ormai steso a terra in fin di vita approfitto di un piccolo raggio di sole che passa tra le nubi per rifletterlo attraverso un elmo così da accecare Teocoles, grazie all'aiuto del compagno Spartacus ha il tempo di recuperare una seconda spada, disarmare l'avversario e ferirlo di nuovo all'addome costringendolo a cadere in ginocchio.

Spartacus1x05 1805
Adesso il vantaggio è interamente dalla parte di Spartacus che conficca ulteriormente una spada di nuovo sul fianco del busto poi con l'altra comincia a colpirlo ripetutamente sulla scapola sinistra quasi a decapitarlo, estrae poi di nuovo l'altra spada ed insieme le incrocia sul collo di Teocoles ormai esanime dove il sangue zampilla in modo stupefaciente e con un taglio netto lo decapita staccandogli
Spartacus1x05 1822

Spartacus decapita Teocoles e sancisce la fine della carriera leggendaria de L'Ombra della Morte

la testa ponendo fine alla leggendaria storia di Teocoles e guadagnare il titolo di Campione di Capua oltre al soprannome di "Portatore della Pioggia".

NoteModifica

  • Reuben de Jong interprete di Teocoles è un lottatore di kickboxing, Arti Marziali, Strongman e wrestler neozelandese di 2.08 m e 140 kg.
  • Oltre che in Spartacus, de Jong ha lavorato con gli stessi produttori della serie anche in La Spada della Verità.
  • Nel momento in cui Kerza racconta ai compagni la leggenda di Teocoles, afferma di aver assistito ad un suo combattimento nell'arena dove ha sconfitto ed ucciso 100 uomini in un singolo incontro.
  • Successivamente all'annuncio del combattimento organizzato tra Teocoles contro Spartacus e Crisso, Varro riferisce al trace che il guerriero è stato ferito più di 1000 volte ed è sempre sopravvissuto.
  • Spartacus e Crisso sono gli unici gladiatori ad aver fatto cadere a terra Teocoles durante un combattimento.
  • Enomao e Crisso sono gli unici gladiatori a non aver sconfitto Teocoles ma essere sopravvissuti alla fine del combattimento.
  • L'albinismo di cui è affetto Teocoles è una malattia congenita ereditaria quindi è probabile che anche suo padre, vista la normalità di sua madre, sia stato affetto da questa defezione oppure uno dei due comunque sia un portatore sano di questa malattia.
  • Teocoles per conseguenza del suo albinismo è anche affetto da fotofobia, che si tratta di una eccessiva sensibilità alla luce mostrata quando Crisso riflette la luce solare attraverso l'elmo direttamente nei suoi occhi.
  • Teocoles è nato vicino alle rive del fiume Eurota che ha origine dai monti del Taigeto e scorre per tutto il Peloponneso, nel sud della Grecia, attraversa interamente Sparta ed ha la sua foce nel golfo della Laconia dove è situato il suo villaggio.
  • Nel combattimento finale, quando Teocoles si rialza da terra, dopo gli attacchi di Crisso e Spartacus, pronuncia in direzione della folla le parole: "Capua, vuoi che io cominci?", che nella lingua originale suonano "Capua, shall I begin?", la stessa frase usata sempre da Crisso prima di combattere per incitare il pubblico.
  • Teocoles è uno dei personaggi sbloccabili nel gioco interattivo Spartacus: Blood and Sand iPhone Game.

ApparizioniModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale