FANDOM


Sacerdotessa di Giunone
Spartacus1x05 1087.jpg
Nome originale Priestess of Juno
Ultima apparizione Scontro all'Ultimo Sangue
Relazioni Lucrezia (Paziente)
Laelia (Paziente)
Cornelia (Paziente)
Servilia (Paziente)
Stato Vivente
Attrice Catherine Boniface

La Sacerdotessa di Giunone è una predicatrice del culto di Giunone dedicata allo sviluppo della maternità ed è apparsa esclusivamente in Spartacus: Sangue e Sabbia.

Apparenza FisicaModifica

Spartacus1x05 1079.jpg

La Sacerdotessa appare come una bellissima donna, abbastanza giovane, di carnagiona non tanto chiara, si contraddistingue dalle decorazioni di brillantini dorati che circondano le palpebre sopra le sopracciglie fino a coprire la parte superiore del naso fino alla fronte, porta dei lunghi capelli castani che però sono racchiusi da un turbante ornato di zanne di cinghiale ed un lungo velo dello stesso colore del vestito che scende dalle spalle fino ai piedi, proprio il vestito è sgargiante e di colore rosso scuro e molti cerchi dorati, indossa infine degli orecchini e delle collane formate oltre che da pietre preziose anche da vari ossi di piccola forma e dei bracciali tretti all'avambracci.

Sangue e SabbiaModifica

Spartacus1x05 1069.jpg

La Sacerdotessa di Giunone viene menzionata per la prima volta da Ilizia verso Lucrezia per aiutarla nel suo intento di avere un figlio come è stato per le altre sue amiche Servilia, Cornelia e Laelia, la moglie di Ovidio.

Spartacus1x05 1089.jpg

Dopo alcuni giorni la Sacerdotessa giunge alla villa e prima visita Lucrezia sotto la supervisione di Ilizia poi prepara, aiutata dalle sue serve, una mistura da bere e per rendere efficace la pozione le consiglia di avere un rapporto sessuale entro un'ora dall'assimilazione, dopodiché prima di andarsene consegna a Lucrezia una candela di forma fallica.

La visita della Sacerdotessa non sarà sfruttata subito da Lucrezia visto il rifiuto di Crisso a giacere con lei a causa del combattimento contro Teocoles del giorno seguente ma riuscirà sempre grazie al suo preferito a rimanere per la prima volta finalmente incinta.

NoteModifica

  • La prima volta che Ilizia suggerisce a Lucrezia la visita della Sacerdotessa come aiuto per riuscire a rimanere incinta menziona altri nomi che hanno ricevuto il suo servizio "ho sentito di una donna, una Sacerdotessa di Giunone, che possiede il grande dono della fertilità, molte donne importanti lo testimoniano, Servilia, Cornelia, Laelia...", tralasciando la moglie di Ovidio, i primi due nomi sono un diretto riferimento a:
    • Servilia Cepione, figlia e nipote
      Servilia42.jpg

      Lindsay Duncan in Roma (sinistra) e Trudie Styler in Empire (destra)

      dell'omonimo console Quinto Servilio Cepione e Livia Drusa, sorellastra di Catone Uticense, conosciuta generalmente come l'amante di Giulio Cesare e madre del famoso Marco Giunio Bruto che congiurò contro Cesare e lo uccise alle Idi di Marzo del 44 a.C. insieme a Gaio Cassio Longino, marito di Tertulla anch'essa figlia di Servilia dal suo secondo matrimonio.
    • Il personaggio di Servilia è apparso in due serie televisive:
      • Roma interpretato da Lindsay Duncan nel 2005.
      • Empire interpretato da Trudie Styler sempre nel 2005.
    • Oltre alla sfera televisiva il personaggio di Servilia è apparso anche in due serie di libri chiamati:
      • The Gates of Rome scritti da Conn Iggulden del 2003.
      • Masters of Rome di Colleen McCullough del 2007.
    • Spartacus: Sangue e Sabbia: Scontro all'Ultimo Sangue (Menzionato).
    • Cornelia Cinna Minore, figlia di Lucio Cornelio Cinna
      Cornelia2.jpg

      Franca Parisi (sinistra) e Daniela Piazza (destra)

      , leader del partito popolare guidato da Gaio Mario e sorella dell'omonimo Lucio Cornelio Cinna che fu uno dei partecipanti all'omicidio di Cesare, Cornelia fu proprio la prima moglie di Giulio Cesare nell'83 a.C. e rimase con il marito anche quando il nuovo dittatore Silla ordinò a Cesare di ripudiarla, dalla loro unione nascerà Giulia che verrà data successivamente in sposa a Pompeo, Cornelia morirà tra il 69 ed il 68 a.C. durante un secondo parto.
    • Il personaggio di Cornelia è apparso in molte riproduzioni televisive tra cui:
      • Giulio Cesare contro i Pirati intepretato da Franca Parisi nel 1962.
      • Giulio Cesare miniserie interpretato da Daniela Piazza nel 2002.
    • Spartacus: Sangue e Sabbia: Scontro all'Ultimo Sangue (Menzionato).
    • Spartacus: La Guerra dei Dannati: Lupi alla Porta (Menzionato).
    • Durante tutta la serie il personaggio di Servilia non viene mai messo in relazione con Giulio Cesare mentre Cornelia viene annunciata nell'ultima stagione da Crasso come la moglie di Cesare, la mancata citazione avviene anche per gli eventuali figli che le due nobili romane hanno ottenuto grazie all'aiuto della Sacerdotessa.
  • Catherine Boniface è apparsa già in precedenza con Lucy Lawless e con molti degli autori della serie in Xena - Principessa Guerriera interpretando vari ruoli.
  • Nell'Antica Roma le Sacerdotesse di Giunone professavano il culto di Era, come veniva chiamata dai greci essendo la sovrana degli Dei e patrona del matrimonio, del parto e della fertilità, alla Dea erano attribuiti vari sacrifici specialmente di vacche e capre accompagnati da molti oggetti assomiglianti le melagrane ed i papaveri da oppio come offerte votive a Giunone.

ApparizioniModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale