FANDOM


Mercato
Spartacus2x05 0353.jpg
Ultima apparizione Libertus
Relazioni Marco Minucio Rufo (Antenato)
Gallieno (Amico)
Sepia (Amica)
Sepius (Amico)
Quinto Lentulus Batiato (Amico)
Stato Deceduto
Attore Greg Ward
Doppiatore Guido Sagliocca

Mercato è un nobile di Capua con il ruolo di Edile in varie città della Repubblica romana.

Apparenza FisicaModifica

Mercato appare come un uomo di mezza età e di bassa statura, la sua testa è di forma ovale e calva nella parte centrale e rasata ai lati, la sopracciglia folte e gli occhi stretti, il suo petto è villoso come la parte superiore degli avambracci. A causa del suo stato sociale elevato indossa sempre vestiti sgargianti e costosi, oltre a collane, bracciali ed anelli.

PersonalitàModifica

Mercato è una persona molto amichevole ed orgogliosa della sua famiglia e del suo lignaggio. Grazie al suo comportamento socievole instaura molti rapporti di amicizia tra cui Batiato o il Magistrato Gallieno, oppure i cugini Sepia e Sepius che ha visto crescere fin da bambini, a dispetto di Glabro invece nutre un certo senso di riverenza e timore confermata anche dall'opinione negativa di quest'ultimo nei suoi confronti.

Come passatempo personale gode dell'intrattenimento dei giochi nell'arena frequentandoli regolarmente.

Sangue e SabbiaModifica

Spartacus1x03 0701.jpg

Mercato ammira la spada di Crisso insieme a Batiato

Mercato compare per la prima volta durante il ricevimento di presentazione per i Giochi dei Vulcanalia ed insieme a Batiato esamina i suoi gladiatori. Arrivato al momento di Crisso, mostra verso di lui ammirazione dopodiché impugna la sua spada e Batiato afferma che è quella che ha ucciso i Gemelli del Gargano.

Il giorno successivo è presente sugli spalti durante i Giochi e giunto in compagnia del Magistrato Calavio per assistere ai combattimenti ed alla vittoria finale di Crisso contro Spartacus.

Spartacus1x07 0313.jpg

Mercato chiede a Batiato la disponibilità del reclutamento di Crisso per celebrare il suo antenato Marco Minucio Rufo

Molti giorni dopo, Mercato fa di nuovo visita alla casa di Batiato in cerca di gladiatori per rappresentare la vittoria del suo antenato Marco Minucio Rufo contro la popolazione trace dei Maedi, ed esprime il desiderio di poter scegliere Crisso per questo ruolo ed opporlo a sei schiavi condannati a morte e mascherati nelle stesse sembianze degli avversari. In questo caso Batiato è costretto a declinare l'offerta a causa della convalescenza da parte di Crisso per le ferite riportate dal combattimento contro Teocoles ma comunque propone Spartacus, il nuovo Campione di Capua al suo posto e Mercato accetta comunque l'offerta volentieri.

Spartacus1x07 0940.jpg

Mercato ansioso dalle parole di Ilizia

Quando il giorno dei Giochi è arrivato, Batiato introduce il combattimento facendo entrare nell'arena i sei condannati a morte travestiti da guerrieri traci e dall'altro lato Spartacus con l'armatura del condottiero Rufo, il Campione è ancora molto scosso dalla recente morte della moglie ed ha pensato più volte a togliersi la vita oltre al fatto che lui stesso è un trace quindi la sua volontà di combattere è molto bassa.

Al suo ingresso nell'arena, Ilizia provoca Mercato dicendo che il pubblico acclama più Spartacus che il suo antenato facendolo per un momento titubare, successivamente rimettendo la sua vita agli Dei, lo stesso Spartacus rimane immobile e con gli occhi chiusi al centro dell'arena, uno dei prigionieri approfitta subito della situazione e scaglia verso di lui una lancia ma questa miracolosamente lo sfiora
Spartacus1x07 1130.jpg

Il volto soddisfatto di Mercato dopo la vittoria finale di Spartacus

recandogli soltanto un piccolo graffio sulla guancia. In quel momento ancora una volta Mercato si preoccupa e dice a Batiato che in realtà il suo antenato vinse quella battaglia, l'amico cerca di tranquillizzarlo e Spartacus finalmente acquisisce la convinzione che la sua fine non è ancora arrivata e parte all'attacco uccidendo tutti i prigionieri con grande entusiasmo finale da parte di Mercato. 

Mercato viene menzionato per l'ultima volta da Glabro quando è giunto a Capua per indagare su gli ultimi fatti delittuosi come l'omicidio della famiglia di Ovidio e la sparizione di Licinia per cercare da lui alcune informazioni che possano condurlo al responsabile ma senza esito positivo.

La VendettaModifica

Spartacus2x01 0377.jpg

Mercato ed il Magistrato Gallieno

Mercato compare di nuovo al fianco del nuovo Magistrato Gallieno mentre assistono ai Giochi nell'arena ed insieme sono concordi che i combattimenti non sono più ad un livello come quello passato in cui i gladiatori di Batiato ne facevano parte, oltre a questo poi discutono sulle razzie di Spartacus che continuano ad imperversare sull'intera città. Accanto a loro Sepia afferma l'uccisione durante il giorno di altri mercenari di suo fratello e facendo preoccupare entrambi compreso Mercato fino a quando Sepius sopraggiunge nella tribuna e tranquillizza i presenti assicurando la futura cattura e la vendetta per la morte del loro cugino Sesto.

Spartacus2x01 0845.jpg

Mercato sostituisce Gallieno all'arrivo di Glabro nella dismessa villa di Batiato

Successivamente Glabro arriva in città per prendere il comando dei soldati e sconfiggere Spartacus una volta per tutte quindi si dirige alla villa abbandonata di Batiato dove trova ad aspettarlo proprio Mercato che fa le veci del Magistrato Gallieno, occupato a risolvere il massacro effettuato dai ribelli al bordello di Arminio.

Mercato mostrando riverenza mostra la sua preoccupazione per il numero esiguo di soldati al suo seguito ma il nuovo Pretore lo zittisce dicendo che sono sufficienti per sconfiggere un gruppo di schiavi, detto questo chiede di poter parlare con il Magistrato ma Mercato lo informa dell'impegno impellente di quest'ultimo e gli suggerisce di poter parlare col giovane Sepius, ma questa volta è Glabro a rigettare la proposta dicendo che il ragazzo preferisce Varinio a lui.

Alcuni giorni dopo Mercato è di nuovo presente sugli spalti per assistere ai Giochi in onore del Pretore Varinio.

Spartacus2x04 0615.jpg

Mercato è uno dei partecipanti alla festa in onore di Varinio ed al ritorno miracoloso di Lucrezia ed è uno dei nobili romani che assistono senza prenderne parte alla tortura indicibile nei confronti di Acer.

Spartacus2x05 0340.jpg

Mercato consegna a Gannicus la sua ricompensa per le esecuzioni nell'arena dei suoi vecchi compagni

Nel momento in cui vengono annunciate le esecuzioni nell'arena contro Enomao, Crisso e Rhaskos, Gannicus ritorna a Capua per partecipare all'evento e consegnare lui stesso una morte onorevole all'amico. Per questo motivo incontra Mercato per le vie della città essendo l'organizzatore dei Giochi che gli offre il denaro stabilito poi invita Gannicus a presenziare davanti al Magistrato Gallieno ed al Pretore Varinio ma quest'ultimo rifiuta dicendo che preferisce spendere subito i suoi soldi e dedicare il suo tempo al vino ed alle donne.

Spartacus2x05 1311.jpg

Mercato rimane ucciso sotto il crollo dell'area in fiamme

Il giorno successivo Mercato è presente sul palco insieme a tutte le altre importanti personalità di Capua. Nel momento in cui i ribelli attaccano l'Anfiteatro per salvare i vecchi compagni ed appiccano il fuoco che fa crollare letteralmente le intere tribune dell'arena, Mercato terrorizzato cerca di salvarsi dall'imminente crollo ma rimane ucciso da una trave che cade sulla sua testa, a causa della sua morte gli amici stretti Gallieno, ed i fratelli Sepia e Sepius rimarranno molto turbati per giorni dall'accaduto ripensando anche alla fine del loro povero cugino Sesto.

NoteModifica

  • Nei crediti dell'episodio I Vulcanalia, l'interprete Greg Ward viene presentato con il nome di Erebus anche se viene sempre riferito da tutti come Mercato, questo fatto come commentato dallo stesso Ward è dato dalla scelta originaria del nome Erebus che poi viene modificato poco prima dell'inizio delle riprese.
  • Nei commenti del set DVD di Spartacus: Sangue e Sabbia, il creatore Steven DeKnight ha affermato che originariamente il personaggio di Mercato sarebbe dovuto morire durante il Massacro della Casa di Batiato, ma a causa dell'assenza di Greg Ward per problemi di programmazione il suo personaggio è apparso di nuovo di Spartacus: La Vendetta per poi morire come era preventivato dall'inizio.
  • L'antenato di nome Marco Minucio Rufo a cui Mercato fa riferimento, si tratta in realtà del Console omonimo che ottenne la carica politica nel 110 a.C. poi il controllo dell'intera provincia della Macedonia, combatté con successo le tribù barbare della Tracia ed al suo ritorno a Roma gli fu tributato il Trionfo per le sue vittorie contro le tribù degli Scordisci ed i Triballi, infine è ricordato per la costruzione della Porticus Minucia, situata nel campo Marzio nei pressi del Circo Flaminio.

ApparizioniModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale