FANDOM


Le Fosse dell'Ade
Spartacus1x04 0915.jpg
Titolo originale The Thing in the Pit
Numero 1x04
Data 12 Febbraio 2010 (USA)
10 Marzo 2011 (Italia)
Writer Aaron Helbing & Todd Helbing
Director Jesse Warn
Precedente I Vulcanalia
Successivo Scontro all'Ultimo Sangue

"Le Fosse dell'Ade" è il quarto episodio di Spartacus: Sangue e Sabbia, ed è il quarto dell'intera serie.

TramaModifica

In verde le apparizioni di Sura.

Spartacus1x04 0007.jpg
Spartacus viene condotto dalle guardie di fronte al precipizio che circonda il ludus, a causa della sua brutta prestazione nell'arena. Batiato lo raggiunge e gli dice che il pubblico era in suo favore, ma che adesso non lo è più; ha lottato per arrivare a combattere nell'arena contro Crisso, ma infine ha perso, e ha fatto perdere al padrone, inoltre, molti soldi. Spartacus chiede di sua moglie e Batiato, preso dalla rabbia, lo rimprovera perché nonostante tutto quello che ha fatto, si permette ancora di fargli delle richieste. Conclude la conversazione affermando che la ricerca di sua moglie diventerà adesso molto difficoltosa, mentre egli dovrà combattere nelle fosse sotterranee per riuscire a recuperare il denaro perduto.

Barca ed Ashur preparano Spartacus per le fosse e cercano di toglierli il nastro viola di sua moglie; Spartacus reagisce, ma dopo si fa convincere da Batiato, il quale si propone di tenerlo lui per evitare che possa perdersi durante i combattimenti. Intanto, il Maestro e la moglie Lucrezia non si mostrano d'accordo con la decisione di mandare il trace nelle fosse, sia per il posto angusto che rende pazzi gli uomini, sia per il pericolo di ritorsioni.

Spartacus viene portato insieme a Kerza nelle fosse per combattere, e nell'attesa Kerza, preso dalla paura, si fà forza affermando che egli non morirà lì sotto. La scena adesso si sposta nelle fosse, proprio al momento finale del combattimento di quest'ultimo, nel quale viene colpito con un martello ed ucciso dal suo avversario Ixion, il quale, come è solito fare anche con gli altri avversari uccisi, gli strappa la carne della faccia con un uncino. Poco dopo tocca a Spartacus; e prima del combattimento Ovidio si reca da Batiato, che è accompagnato da Ashur e Barca, chiededogli di saldare il debito che ha verso di lui, minacciando un aumento degli interessi.
Spartacus1x04 0306.jpg

Al ludus Naevia riconsegna la collana a Crisso dicendo di non poterla tenere. Crisso d'istinto pensa che lei non l'abbia gradita; e dopo essersi reimpossessato del gioiello, se ne va via infastidito, poi raggiunge Lucrezia, dalla quale era stato convocato, come di consueto, per la soddisfazione dei suoi desideri sessuali. La padrona nota la collana nelle sue mani e Crisso per togliersi d'impaccio decide di regalargliela. Successivamente, mentre i due fanno sesso, vengono osservati da Naevia di nascosto.

Spartacus1x04 0392.jpg

Spartacus contro Myrmex

Nelle fosse Spartacus deve affrontare Myrmex. I due scelgono le armi. All'inizio, il trace si trova in difficoltà; ma poi si riprende e colpisce l'avversario con gli stessi tira-pugni, dotati di spunzoni, usati dallo stesso guerriero. Alla fine, riesce ad attaccarlo ad un gancio per il bestiame, infilzandoglielo sotto il mento, e conquistare la vittoria.

Mentre Spartacus si trova dal Medico, che sta suturando le sue ferite, gli appare Sura, ricordandogli che per sopravvivere deve ucciderli tutti.

Spartacus, in seguito, viene riportato nella sua cella, dove viene offeso e sbeffeggiato dagli altri gladiatori e specialmente da Hamilcar, finché non interviene Varro in sua difesa.

Il giorno successivo, Lucrezia decide di vendere la sua collana, comprata in precedenza da Ramel contro gli ordini del marito. Per caso, incontra Solonio, che per ingraziarsi il suo favore le offre di comprarla a prezzo pieno, al contrario del commmerciante, che l'avrebbe comprata solo a metà prezzo. Lucrezia, tuttavia, rifiuta la sua offerta, accettando quella del mercante.

Durante l'allenamento Spartacus, dopo essere stato preparato, viene condotto insieme con gli altri gladiatori davanti al Maestro, il quale asserisce che lo stato in cui si trova il trace non è una punizione, bensì un esempio di quello che potrebbe accadere a qualunque dei gladiatori. Quando, poi, arriva l'ora di pranzo, una volta finito l'allenamento, Pietro, un servo incaricato di assistere i gladiatori durante gli allenamenti, porta dell'acqua e dell'avena a Spartacus, come atto di gentilezza; ma Barca, che è il suo amante, preso dalla gelosia, lo allontana. Giunge infine Ashur, che davanti a Barca ricorda a Crisso del regalo procuratogli per Naevia; ma viene trattato male dal Campione, e finisce anche steso a terra.

Spartacus, nel frattempo, ritorna nelle fosse, e vince nuovamente. Ad un certo punto, in mezzo al pubblico nota l'immagine di Sura, mostrando una parziale perdita di lucidità. Nell'incontro successivo, tuttavia, il trace vince ancora una volta.

Spartacus1x04 0864.jpg

Crisso e Naevia

Al ludus Naevia convoca Crisso con una scusa, domandandogli perché la collana che le aveva regalato adesso si trova attorno al collo della padrona. Crisso rimane stupito per l'apparente contraddizione in cui la schiava sta cadendo; ma essa gli dice che lui ha frainteso, e rivela di non aver accettato la collana perché non l'avrebbe potuta indossare, dal momento che è una schiava. Allora Crisso comprende tutto, e le confessa il suo amore. Naevia gli dice che è pazzo, e Crisso improvvisamente la bacia. Infine, lei imbarazzata scappa.

Mentre si sta facendo una doccia, Spartacus fa i conti con la propria mente, cercando di non perdere il senno. Gli appare anche Sura per confortarlo, fino a quando non sopraggiunge Varro che gli porge un'erba allucinogena che cala il dolore. Il trace, nel frattempo, sempre preso dalle allucinazioni, risponde alla moglie, lasciando Varro stupito. Infine, Spartacus rifiuta l'erba affermando che deve rimanere lucido.

Al ludus Batiato parla con Ashur affermando che anche con le vincite di Spartacus, purtroppo, non riuscirà a risanare tutti i debiti. Decide, allora, di pagare solo i debitori più insistenti, trascurando Ovidio; d'altronde, non vorrebbe pagare quest'ultimo, visto che l'ha offeso. Sentendo il nome di Ovidio, sopraggiunge Lucrezia preoccupata per il fatto che Ovidio è il cugino del Magistrato Calavio. Batiato la rassicura, dicendo che farà continuare Spartacus a combattere nelle fosse, per poter guadagnare ancora altro denaro. Poi nota la collana che le aveva regalato Crisso, e Lucrezia gli mente, sostenendo che si tratta di un gioiello di sua madre. Quindi, i due parlano della collana che essa ha venduto, e Batiato si mostra contrariato, in particolare per il fatto che è stato ricavato solo la metà del prezzo originale. Tuttavia, non appena ella gli confessa di aver rifiutato le offerte di Solonio, si convince della buona azione della moglie.
Spartacus1x04 1020.jpg

Sura sotto la pioggia di sangue

Durante la notte Spartacus sogna di essere svegliato da Batiato, il quale gli annuncia di aver trovato sua moglie. Mentre viene condotto da lei, tutti i gladiatori lo insultano, tranne Varro, il quale continua ad offrirgli la mandragola; quando, infine, raggiunge la moglie nel cortile del ludus, la abbraccia e lei gli confessa che non lo lascerà mai, ma che purtroppo non servirà questo. All'improvviso il cielo si fa nero, ed entrambi vengono ricoperti da una pioggia di sangue manifestando un cattivo presagio. Svegliatosi, il trace propone un accordo a Batiato: gli consiglia di scommettere tutto contro di lui nel prossimo incontro, poiché ha deciso che si lascerà uccidere; ma Batiato dovrà promettere di riscattare Sura dalla schiavitù con parte della somma guadagnata ed il lanista acconsente.

Nelle fosse Spartacus combatte con una sica contro le due asce bipenne di Ixion, il quale indossa ancora la faccia strappata di Kerza. Nel momento in cui Spartacus ormai è pronto a morire, Batiato viene attaccato da due sicari di cui uno dei due era già stato presente nei combattimenti precedenti, intento a pedinare proprio il lanista. Barca interviene contro l'uno, non accorgendosi dell'altro dal lato opposto che attacca Batiato con un coltello, ferendolo. Spartacus se ne accorge e, comprendendo che senza Batiato sarebbe stato impossibile salvare sua moglie, raccoglie un'ascia da terra, colpisce Ixion tagliandogli la gola e, nello stesso istante, scaglia la stessa colpendo al volo il sicario che stava per uccidere Batiato riuscendo così a salvare la vita al padrone ma purtroppo facendogli perdere automaticamente tutti i soldi scommessi.

Ritornati al ludus, i due sicari vengono gettati nel cortile. Batiato infuriato li prende a calci, e si adira ancora di più quando Ashur scopre che i due sono schiavi dal marchio impresso sulla pelle. Batiato gli ordina, allora, di scovare chi ha dato loro l'ordine di ucciderlo perché ha intenzione di fargliela pagare. In seguito, il lanista raggiunge la moglie che si accorge della ferita, ed egli le racconta 
Spartacus1x04 1286.jpg

Spartacus viene riammesso da Batiato tra i gladiatori

dell'accaduto: l'accordo che aveva stabilito con Spartacus, l'attacco improvviso dei sicari, l'intervento del trace che, uccidendo il sicario, gli ha salvato la vita, rimanendo vivo lui stesso e, quindi, facendogli perdere tutti i soldi della scommessa. Alle sue parole Lucrezia lo prega di uccidere il trace, visto che è maledetto dagli Dei ma il marito non sembra essere d'accordo. Poco dopo, il Maestro chiama Spartacus nel cortile; qui vi trova Batiato che impugna una spada. Egli afferma che lui, secondo sua moglie, è maledetto dagli Dei, ma che è ancora vivo. Spartacus gli ricorda che lo è anche lui, visto che lo ha salvato quindi, proprio per questo, decide di non ucciderlo; anzi gli consegna la spada con il nastro viola legato, comunicandogli ufficialmente di essere stato riaggregato agli altri gladiatori.

NoteModifica

  • Nella stanza nuziale di Lucrezia e Batiato si può notare che i muri sono adornati con motivi e colonnine sottili a forme vegetali, sormontati da uccelli detti "paradeisos", in realtà si tratta di un motivo tipico del III stile pittorico pompeiano, che è nato nel I secolo d.C. cioè all'incirca 100 anni dopo gli eventi della serie.
  • Varro, in questo episodio, confessa a Spartacus di aver scommesso qualche volta nei combattimenti delle fosse.
  • Ancora una volta Sura sottoforma di visione suggerisce a Spartacus di "ucciderli tutti".
  • Nella versione originale è possibile notare come la ragazza che trasporta le armi per la scelta prima dei combattimenti nelle fosse e che è sprovvista della mano sinistra sia praticamente nuda e sia dotata del membro genitale maschile, invece nella versione italiana censurata indossa uno slip aggiunto digitalmente.
  • In Germania questo episodio è stato tagliato di circa un 1 minuto per garantire la visuale ai "minori di 18 anni" dalla FSK, successivamente è stata rilasciata una versione uncut dopo essere stata approvata dalla SPIO/JK che controlla la censura dei programmi televisivi.
  • La Mandragola o Mandragora è un genere di pianta appartenente alla famiglia delle Solanaceae, avente proprietà anestetiche sviluppate dal medico greco Ippocrate.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale