FANDOM


La Resa dei Conti
Spartacus2x08 0755
Titolo originale Balance
Numero 2x08
Data 16 Marzo 2012 (USA)
4 Luglio 2012 (Italia)
Writer Jed Whedon
Director Chris Martin-Jones
Precedente La Decisione
Successivo Mostri

"La Resa dei Conti" è l'ottavo episodio di Spartacus: La Vendetta ed il ventisettesimo dell'intera serie.

TramaModifica

Spartacus2x08 0009
Nella foresta Gannicus sta tirando presso di se Ilizia legata e bendata, all'improvviso i due vengono interrotti da dei cacciatori e lui la intima con un coltello di non fare scherzi, Gannicus dice che sono stati costretti a continuare a piedi dopo la morte del loro cavallo e che vende carne per vivere, i cacciatori non sono per niente convinti ed IIizia con uno scatto grida che è un gladiatore e che lei è la moglie del Pretore poi finisce a terra cercando di scappare, per togliersi dai guai Gannicus è costretto ad ucciderli e dopo averlo fatto blocca Ilizia per bendarla e legarla di nuovo.

Poco lontano Mira e Spartacus stanno cacciando e Gannicus sopraggiunge con Ilizia dicendo che suo marito ha ucciso sua moglie ed ora lui può fare lo stesso così la guerra intrapresa terminerà.

Al ludus Lucrezia cerca in tutti i modi di convincere Glabro nella ricerca di sua moglie appellandosi continuamente agli Dei e venendo osteggiata ripetutamente da Sepia che cerca di distogliere l'attenzione di Glabro verso sua moglie mentre Ashur riferisce al Pretore che tutte le tracce del carro e dei soldati uccisi sono state ripulite.

Al tempio i gladiatori si stanno allenando e Naevia si dimostra molto abile ogni giorno di più sotto i consigli di
Spartacus2x08 0268

Crisso addestra Naevia

Crisso, vicino a loro Enomao addestra i guerrieri Germani ed uno di loro Harud viene steso molte volte da Lugo e di conseguenza preso in giro dagli altri compagni, il turno successivo è tra Nemetes e la bionda Saxa ma il Germano dice che lui sa già combattere e non ha bisogno di lezioni, Enomao gli risponde che lui non gli insegna a combattere ma a vincere, sulla scalinata intanto Agron e Donar discutono del problema delle poche armi già evidenziato in precedenza fino a che Spartacus arriva al tempio accompagnato da Gannicus e portando con se Ilizia che rischia di essere linciata dagli altri ribelli, Lucio ferma Spartacus chiedendo se quella è la loro causa, quella di uccidere donne incinta ed indifese, il trace risponde che suo marito non ha avuto riguardo per sua moglie che era una persona molto più rispettabile di lei.
Spartacus2x08 0446
Al bordello di Capua il proprietario tenta di buttare fuori un ubriaco quando Glabro ed Ashur con il suo gruppo di mercenari entra nel locale chiedendo notizie di Gannicus, l'uomo ubriaco si rialza e dice di volere dell'altro vino e una donna allora L'Egiziano lo uccide troncandogli il collo in un colpo solo poi minaccia di uccidere una prostituta stringendola per la gola, il proprietario cercando di risolvere la situazione dice che c'era una persona con cui si intratteneva con lui ed era la sua prostituta Marzia che Ashur ha fatto crocifiggere ed ancora non ha ricevuto nessun risarcimento, l'uomo non fa in tempo a finire il discorso che Glabro gli taglia la gola poi ordina ai suoi uomini di interrogarli. Al tempio Spartacus accusa Ilizia per la morte di Sura e di vendicarsi di Glabro, la donna cerca di parlare del figlio
Spartacus2x08 0484

Ilizia rivela di essere incinta di Spartacus

ma il trace gli tappa la bocca con una mano dicendo che molte volte avevano parlato di figli e di una famiglia con la sua sposa però gli è stata negata infine sguaina la spada intenzionato ad ucciderla, Ilizia in un gesto disperato rivela che il figlio che aspetta è suo a causa del loro incontro organizzato da Lucrezia, Spartacus ripensando all'accaduto dice di ricordarsi solo delle sue mani intorno al suo collo e fa lo stesso in quel momento allora Ilizia lo invita ad ucciderla insieme al figlio però sua moglie lo disprezzerà quando lo incontrerà nell'altra vita, a quel punto Spartacus la lascia dicendo che non la ucciderà perché si comporterebbe come suo marito.

Fuori dal tempio i ribelli stanno mangiando e Gannicus seduto in disparte nota lo sguardo di disprezzo di Enomao nei suoi confronti per poi essere raggiunto da Crisso che si complimenta con lui per la mossa di aver catturato la moglie del Pretore e che servirà moltissimo alla loro causa ma Gannicus lo interrompe dicendo che lui non crede alla loro causa poi si avvicina a Spartacus chiedendogli se ha ucciso Ilizia ed a risposta negativa dice che lui ha rinunciato alla sua libertà unendosi a loro portandogli la moglie del Pretore così da poter avere finalmente la sua vendetta e adesso ha paura, Spartacus risponde che non è come Glabro allora Gannicus gli ricorda tutte le persone torturate e crocifisse solo per aver pronunciato il suo nome quindi deve ucciderla per porre fine a tutto questo.

Al ludus Lucrezia cerca di convincere Sepia ad aiutarla per ritrovare Ilizia suggerendo di chiedere aiuto a Varinio ma la giovane ragazza non accetta proprio per la speranza inconscia di non rivederla.

Di nuovo al tempio Lucio porta del cibo ad Ilizia e lei si accorge che lui non è uno schiavo allora tenta di corromperlo per portare un messaggio a suo marito e comunicargli dove la tengono prigioniera in cambio della restituzione delle sue terre sottratte al tempo di Silla e per le sue parole Lucio rimane pensieroso.

In un'altra sala Spartacus si confronta con Mira rivelandogli del figlio di Ilizia che è suo, la ragazza non capisce e allora lui gli ricorda la volta in cui lo ha aiutato a mascherarlo da Apollo tutto d'oro e Mira dice che era per l'incontro con Licinia ma Spartacus afferma che in realtà c'era Ilizia al suo posto, la compagna dimostrandosi gelosa afferma che lo sta dicendo solo per salvarsi e che deve ucciderla per chiudere la storia ma ancora una volta Spartacus riferisce che se lo facesse sarebbe uguale a Glabro.

Al ludus Glabro e Sepia fanno l'amore e lui confessa di non amare più sua moglie mentre in un'altra stanza Ashur visibilmente nervoso racconta a Lucrezia di aver interrogato e ucciso tutte le persone del bordello ma nessuna di
Spartacus2x08 0995
loro sapeva dove si trovasse Gannicus, Lucrezia dice di dover pregare gli Dei per ritrovarli, Ashur allora la ferma afferrandola per un braccio dicendo che possono farlo insieme ma la donna continua a dire che è importante, alle sue insistenze Ashur innervosito gli intima di scordarsi di lei come suo marito ha già fatto ed a queste parole scatena un gesto inconsulto di Lucrezia che lo schiaffeggia, poi quando tenta di andarsene Ashur la spinge a terra facendo cadere l'intera scatola con i tesori accumulati urlando di non essere più un suo schiavo quindi non ha più il diritto di colpirlo, infine con la donna a terra la violenta di nuovo fino a che Lucrezia non nota il braccialetto appartenuto a Sepius.

Verso sera Spartacus si sfoga al palo di legno usato per l'allenamento spezzandolo a metà mentre accanto a lui Lucio decide di fare due passi ed il trace si unisce a lui, sopra i gradini invece Enomao viene avvicinato da Gannicus che gli dice di aver rischiato tutto per soddisfare il desiderio di vendetta di Spartacus ma Enomao risponde che lui lo ha fatto solo per pulirsi la coscienza, Gannicus gli dice di non volere che altri muoiano per quello specialmente suo fratello, Enomao però risponde che ormai non sono più fratelli e che non ha più fiducia in lui, l'amico continua dicendo che non c'è tempo in cui lui non rimpianga quello che è successo e che darebbe la sua vita per Melitta, Enomao risponde che lo gradirebbe volentieri ma comunque non la riporterebbe in vita, Gannicus afferma che allora lo condanna al peso delle sue azioni per sempre ed Enomao conclude che la sua condanna è sempre stato l'egoismo.

Nasir ed Agron sono di guardia ad Ilizia ma non resistono alla voglia di baciarsi e passare la notte insieme allora Mira li invita ad andare a letto prendendo il loro posto poi ne approfitta per parlare con la donna dicendogli che adesso capisce come vive uno schiavo, Ilizia insiste nel volere da bere per suo figlio e Mira gli chiede se è vero quello che ha detto a Spartacus e la romana lo conferma, a quel punto Mira appoggiando le mani sulla sua pancia dice che Spartacus non deve logorarsi per questo ed Ilizia chiede se la risparmierà e Mira inizialmente risponde
Spartacus2x08 1210

Mira tenta di uccidere Ilizia

di si ma poi conclude la frase dicendo che gli risparmierà pene inutili quindi la afferra per la gola cercando di strozzarla, dopo qualche istante Spartacus interviene allontanando la compagna, Mira dice che se lo facesse lui il rimorso lo distruggerebbe e lei farebbe qualsiasi cosa per evitare qualunque dolore al suo cuore, Spartacus stizzito dice che lei non conosce per niente il suo cuore e la ragazza rimane molto male dalle sue parole poi la invita a lasciarli soli affermando ad Ilizia che la sua permanenza lì è finita. Al ludus Lucrezia raggiunge Sepia consigliandogli di non fidarsi di Glabro e che ha qualcosa da mostrargli, improvvisamente però le donne vengono interrotte dal movimento delle guardie romane che affermano di avere notizie della moglie del Pretore, poco dopo Lucio è di fronte a Glabro annunciando che sua moglie è in mano di Spartacus allora Glabro risponde che se gli dirà dove si trova gli consegnerà una lauta ricompensa, Lucio parla della generosità del Pretore descritta dalla moglie e che lui avrebbe come richiesta la restituzione delle terre
Spartacus2x08 1307
sottratte a lui da Silla, Glabro acconsente dicendo che è nelle sue facoltà, improvvisamente però Lucio prende l'iniziativa domandando invece chi gli restituirà la sua famiglia trucidata in nome di Roma poi comincia ad offenderlo pesantemente, alle sue ingiurie il Pretore sguaina la spada ma Lucio lo blocca dicendo che se non tornerà ad un'ora prestabilità la moglie morirà, se per caso tenteranno di seguirlo la moglie morirà, a quel punto Glabro chiede quale siano le sue condizioni e Lucio riferisce di attraversare la città di Atella a piedi accompagnato da tre dei suoi uomini mentre Spartacus avrà tre dei suoi in più un carico rifornito di elmi, corazze e armi, poi aggiunge che se saranno presenti le sue truppe il trace non si farà vedere e sua moglie ed il bambino scompariranno, Glabro non può far altro che accettare anche se non è per niente convinto della sua sincerità.

Ritornato al tempio Lucio viene complimentato da Spartacus e lui confessa la sua soddisfazione per aver trattato in quel modo il Pretore, Crisso nel frattempo chiede se hanno accettato le loro condizioni e Spartacus risponde positivamente ma ordina ai ribelli di rispettare i patti sennò non saranno migliori di loro, a quel punto Agron si propone come uno dei tre uomini che può portare con se, Crisso fa lo stesso e per terzo si candida Enomao ma Spartacus rifiuta per non essersi ancora ristabilito perfettamente ed al suo posto si propone Gannicus, Spartacus ne chiede il motivo visto che lui non ha mai creduto nella loro causa ed il compagno risponde che Enomao ci crede quindi forse un giorno lo farà anche lui, prima di andare Mira interviene dicendo che non si fida di Glabro ma Spartacus risponde che nemmeno lui però si fida di chi lo seguirà ed insieme potranno portare le armi che serviranno per eliminare Glabro e le sue truppe per sempre con i ribelli esultanti.

All'alba Glabro insieme a Salvius e Tarsas raggiungono la piazza della città e Spartacus insieme ai tre compagni, il
Spartacus2x08 1439
trace gli mostra un pezzo del vestito di Ilizia per dimostrare che è viva ma Glabro dice che può averlo tolto anche da un corpo senza vita allora Spartacus risponde che in realtà ci aveva pensato ma poi non lo ha fatto visto che non è come lui, Glabro lo sfida dicendo che ha inciso il suo nome sul cadavere di un soldato, ha tentato di ucciderlo al mercato e nell'arena però si è rifiutato di pareggiare i conti, Spartacus risponde di non averlo fatto ma lo farà perché fra poco gli toglierà la vita, il Pretore conclude il discorso dicendo che non è veramente come lui perché sua moglie era come il cuore che batte nel suo petto e che avrebbe dato qualsiasi cosa per la sua vita invece lui vuole soltanto vederlo morto. In quel preciso momento il Pretore lascia cadere il pezzo di stoffa e unite alle sue ultime parole si trasformano in un segnale, Agron che sta per controllare le armi viene steso con un calcio da Ashur che insieme ai suoi uomini escono dal
Spartacus2x08 1581
carro, tutti i presenti cominciano a combattere, Spartacus si scontra con Glabro e Salvius, Gannicus deve fare i conti con i mercenari mentre Crisso affronta L'Egiziano, improvvisamente da dietro una colonna compare Mira che colpisce Glabro con una freccia, vicino a lei si unisce Lucio che con l'arco uccide il soldato romano alla guida del carro, nel frattempo Salvius che si trovava a terra suona il corno appeso al collo di un compagno morto per richiamare le truppe romane appostate poco più indietro, Crisso ancora a terra viene attaccato dall'Egiziano che gli punta il pugnale sulla faccia trovandosi in grossa difficoltà, in suo soccorso interviene Lucio che scaglia una freccia nella sua gamba e Crisso approfitta della situazione reagendo con due pugni in faccia e riuscendo così a liberarsi. Intanto il numero degli avversari è troppo numeroso ed i ribelli decidono di ritirarsi, Mira uccide Tarsas con una freccia mentre il solo Lucio
Spartacus2x08 1659
vuole rimanere per cercare di guadagnare tempo, trovandosi da solo viene attaccato dall'Egiziano e comincia a scagliare contro di lui molte frecce che si infilzano nel suo corpo ma senza arrestare la sua avanzata, trovandoselo di fronte cerca di colpirlo con una freccia nelle sue mani ma L'Egiziano lo ferisce al petto con i suoi pugnali, Lucio vedendosi ormai spacciato ha il tempo di dire che è contento di trovare la morte da uno che non è romano ed in quel preciso istante L'Egiziano lo decapita con un singolo colpo.

Al ludus Glabro si sta curando la ferita mentre Sepia cerca di consolarlo e Lucrezia insiste nel desiderio di salvare Ilizia anche se il Pretore e la sua nuova compagna non sembrano tanto soddisfatti di volerlo fare.

Spartacus2x08 1724
Mentre Sepia sta scegliendo il vino Lucrezia la raggiunge e gli confessa che è stato Glabro ad ordinare di uccidere suo fratello Sepius e non i suoi schiavi, la ragazza non ci crede e chiede come possa dirlo e Lucrezia gli dimostra la verità mostrandogli il braccialetto di Sepius che si trovava nei tesori di Ashur e se il siriano ne è in possesso vuol dire che si trovava lì quella sera e se si trovava lì è perché è stato Glabro ad ordinarglielo, poco più tardi Sepia si trova nella vasca insieme a Glabro ed il suo volto mostra la volontà di vendicarsi. Nella foresta Spartacus libera Ilizia dicendogli che suo marito gli ha portato via l'amore della sua vita e lui aveva
Spartacus2x08 1807
deciso di fare lo stesso ma poi continua dicendo che la sua perdita non gli causerebbe lo stesso dolore che ha provato lui, ucciderla non pareggerebbe i conti e poi avvicinandosi al suo orecchio conclude dicendo che lui non la ama come lui amava sua moglie, detto questo la abbandona nella foresta, Ilizia gli chiede che dunque la lascia vivere e Spartacus prima di andarsene risponde che non è un atto di clemenza.

NoteModifica

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale