FANDOM


La Ferita
Spartacus1x11 0036
Titolo originale Old Wounds
Numero 1x11
Data 2 Aprile 2010 (USA)
28 Aprile 2011 (Italia)
Writer Dan Filie, Patricia Wells & Daniel Knauf
Director Glenn Standring
Precedente Scambio di Favori
Successivo Rivelazioni

"La Ferita" è l'undicesimo episodio di Spartacus: Sangue e Sabbia e l'undicesimo dell'intera serie.

TramaModifica

In verde le visioni di Spartacus.

Spartacus1x11 0013
L'episodio inizia con Spartacus che osserva il corpo esanime di Varro e la ferita da lui stesso provocata, al sopraggiungere del Maestro gli dimostra il suo senso di colpa dicendo che non meritava di morire, il Maestro cerca di consolarlo dicendogli che è morto da gladiatore ma Spartacus preferisce ricordarlo come marito e padre di famiglia, poi insieme ad altri gladiatori trasportano il corpo su un carro che passa di fronte ai compagni che si stanno allenando, nei pressi del carro ad aspettarlo c'è la moglie Aurelia e Spartacus su sua richiesta ammette che è stata la sua spada ad ucciderlo.

Nel frattempo alla villa Batiato discute con la moglie dell'affronto e le offese subite da Calavio e gli confessa del complotto che sta costruendo nei suoi confronti, Lucrezia però cerca di sconsigliarlo ma Batiato non gli presta attenzione ed all'arrivo del mercenario quest'ultimo gli conferma di aver catturato Calavio come ordinato allora il padrone per ricompensarlo gli offre del vino e la compagnia di alcune schiave.

Di nuovo al campo di allenamento Spartacus si confronta con Agron senza mostrare né motivazione né concentrazione così che dopo aver scambiato alcuni colpi getta le spade di legno a terra per rifugiarsi affranto al contenitore dell'acqua mentre Crisso critica il suo comportamento con il Maestro.

Spartacus viene convocato da Batiato che lo informa di averlo introdotto nel combattimento finale contro Pericle nei Giochi tra Capua e Pompei, ed il Campione decide che la vincita come tutte quelle che otterrà in futuro siano consegnate alla famiglia di Varro, finito il colloquio viene scortato da Ettore che lo provoca per aver ucciso Varro e in un corridoio nota il mercenario mentre sta giacendo con una schiava ed accanto a lui anche Mira partecipa alla situazione ed i due si guardano intensamente negli occhi.

Nel bagno dei gladiatori giunge il messaggio che assegna il turno dei Giochi, Duro non appare molto soddisfatto al contrario del fratello che sembra felice di combattere in coppia con lui al suo fianco, mentre anche gli altri
Spartacus1x11 0223
gladiatori vengono a conoscenza dell'avversario a loro stabilito Agron vede Spartacus seduto e tremante dicendo che il Campione non pare in gran forma ed il fratello aggiunge alzando il tono della sua voce quasi a farsi sentire che gli Dei lo stanno punendo per aver ucciso uno di loro, Agron cerca di attenuare la discussione dicendo che non aveva scelta ma Duro continua dicendo che lui non starebbe mai al fianco di uno che ha ucciso un loro compagno, a queste parole Spartacus si innervosisce ed a muso duro li accusa di dimenticarsi che dopo morti chi si prenderà cura delle loro famiglie, il giovane gladiatore risponde che Agron non ha una moglie a cui pensare ma Spartacus pare non sentire e continua a provocarlo fino a che all'improvviso vede Varro attraversare i corridoi del ludus e seguendolo lo conduce al cortile, appena arrivato la figura del suo amico scompare e la mano di Mira sulla sua spalla mostra Spartacus di nuovo nel tempo reale, la schiava si giustifica di aver intrattenuto l'uomo sperando in un
Spartacus1x11 0268
interesse del trace nei suoi confronti dicendo che era stata mandata soltanto per compiacerlo, Spartacus non si impressiona per questo e le dice soltanto di ringraziarlo la prossima volta che lo vedrà visto che ha cercato di difendere sua moglie prima che fosse uccisa, Mira lo afferra per un braccio e la ferita al fianco gli provoca dolore, quando lei si propone per passare la notte con lui la rifiuta di nuovo. Più tardi Batiato attraversa le fogne per raggiungere Ashur ed il mercenario con Calavio legato ad una sedia, con
Spartacus1x11 0324
rabbia il lanista comincia a picchiarlo per averlo offeso e rifiutato la sua proposta di entrare in politica, il Magistrato però non intende cedere al compromesso, a quel punto Batiato lo fa cadere all'indietro con un calcio e con il piede comprime la sua gola rischiando di strozzarlo, Ashur riesce provvidenzialmente a fermarlo e quando viene rialzato Calavio dichiara tutto il suo disprezzo e Batiato chiude la discussione dicendo che la pagherà con la vita, Ashur ancora una volta tenta di tranquillizzarlo dicendo che è meglio forse avere prudenza ma il padrone irritato dalle sue titubanze ed interferenze lo prende per il collo ordinandogli di prendere contatto con Solonio per farlo cadere nel complotto e che ormai non possono più tornare indietro. Il giorno seguente Spartacus si allena con Agron che si scusa per le parole pronunciate da suo fratello precedentemente, il Campione sembra molto debole e stanco e quando riceve un colpo sul fianco dove si trova la ferita lo costringe a piegarsi in ginocchio, quando poi alza lo sguardo
Spartacus1x11 0432
vede Varro al posto di Agron e Spartacus lo attacca con furore puntandogli la lama della spada di legno alla gola, Varro non si scompone e gli dice di fare attenzione alla ferita, nello stesso momento viene richiamato dal Maestro accortosi del suo anormale comportamento e Varro ritorna nelle reali sembianze di Agron, Spartacus guardando la sua ferita barcolla e sviene, l'immagine si sposta subito all'infermeria dove viene visitato dal Medico che rivela l'infezione della ferita a Batiato che a sua volta rimprovera il Maestro per non essersi accorto delle sue vere condizioni, il padrone poi chiede al Medico di informare Ashur di tutte le erbe che gli servono e di mandare Mira in suo aiuto visto che secondo lui tra i due c'è qualcosa di personale e quindi può essere utile, usciti dall'infermeria Batiato è preoccupato su chi far combattere nel gioco finale al posto di Spartacus ed il Maestro afferma che l'unico che può prendere il suo posto è Crisso.

Nel piano inferiore del ludus Crisso rivela a Naevia con soddisfazione che sarà lui a combattere contro Pericle e finalmente potrà ritornare Campione anche se la schiava è più preoccupata che felice allora Crisso la rassicura dicendo che guarderà il palco per incrociare i suoi occhi dopo la vittoria.

In città Ashur incontra Solonio che lo paga per avere informazioni, il servo di Batiato dice che per il momento la sua vita è in salvo visto che il suo padrone ha altre cose più importanti a cui pensare senza rivelargli però il rapimento di Calavio.

In infermeria il Medico viene aiutato da Mira per far addormentare Spartacus che si agita con forza a causa della febbre, l'infezione nel frattempo gli procura un'altra visione
Spartacus1x11 0571
dove il trace si trova nel bagno dei gladiatori e viene preso in giro da Crisso che ride insieme agli altri compagni, in quel momento uno schiavo che lo sta massaggiando sfiora con lo strigile la sua ferita provocandogli dolore, Spartacus la apre notando qualcosa all'interno ed infatti moltissime monete cadono a terra dalla ferita aperta con lo schiavo che improvvisamente ha le sembianze di Varro che prende la parola e dice che per Batiato lui è solo oro puro estratto dal suo sangue e dai suoi muscoli, davanti a lui poi si palesa una donna con le sembianze e la voce di Sura indossando la stessa maschera appartenuta ad Ilizia nel loro incontro sessuale, la donna gli gira intorno ed inaspettatamente del sangue comincia a colare dalle labbra per poi cadere tra le sue braccia, il trace scopre il suo viso ed appare lo sguardo di Sura coperto di sangue e la sensazione di essere colpita di nuovo con ancora maggiore quantità di sangue che esce copioso dalla sua bocca, la scena ritorna nella realtà e Spartacus si agita in maniera violenta allora il Medico con l'aiuto di Mira è costretto a legarlo con le cinghie.
Spartacus1x11 0658

Agron salva Duro nell'arena

Nell'Anfiteatro di Capua i Giochi contro Pompei hanno inizio ed il primo incontro mostrato è quello dei fratelli Agron e Duro, il primo agevolmente uccide il suo avversario mentre Duro è a terra rischiando fortemente di essere colpito, Agron allora si accorge del pericolo e scaglia una lancia che trapassa la testa dell'altro avversario salvando il fratello che rimane frustrato per non essere riuscito nuovamente a vincere da solo, sugli spalti intanto Batiato gioisce insieme a sua moglie, Numerius e sua madre, con il Magistrato di Pompei che invece nota l'assenza di Calavio fino a venire poi rassicurato dallo stesso Batiato.

Nelle fogne Ashur raggiunge il mercenario chiamandolo con il nome di Aulo che si era addormentato, Ashur lo rimprovera per la sua disattenzione visto che il Magistrato non respira, Aulo allora togliendo il cappuccio controlla avvicinando il viso alla sua bocca e Calavio istintivamente lo morde sul collo, Aulo reagisce colpendolo con dei pugni facendogli perdere i sensi, Ashur dopo aver assistito all'accaduto manda il compagno dal Medico ed osserva gli anelli distintivi del Magistrato.

Ai Giochi il pubblico è impaziente dell'attesa di Calavio per dare il via al combattimento finale allora è la moglie che offre a Batiato l'incarico di presentare i contendenti, all'annuncio di Crisso il pubblico protesta richiamando il nome di Spartacus al suo posto ma il Maestro incoraggia il suo allievo incitandolo a far ricordare al pubblico le sue vittorie passate, successivamente i due avversari cominciano a combattere ed il primo a cadere a terra è proprio Crisso.

In infermeria Aulo viene curato dal Medico invece Spartacus viene accudito dalla sola Mira, la scena ritorna all'arena dove Crisso si trova in grossa difficoltà venendo messo spalle al muro da Pericle che lo colpisce con lo scudo dopo aver aperto la sua difesa e con un calcio lo atterra di nuovo sbattendolo sotto le gradinate, il Magistrato di Pompei provoca gli ospiti dicendo che anche questa volta non c'è speranza per i gladiatori di Capua ma Lucrezia si alza in piedi per annunciare la ripresa di Crisso quando improvvisamente barcolla e Batiato ordina a Naevia di riportarla alla villa, il combattimento continua e questa volta è Crisso a girare le sorti dalla sua parte colpendo Pericle in piena faccia con un calcio poi ancora con lo scudo, rimasto con la sola spada il gladiatore di Pompei cerca un ultimo assalto finale dall'alto ma Crisso abbassandosi lo ferisce mortalmente all'addome
Spartacus1x11 1032

L'Imbattibile Gallo ritorna vittorioso nell'arena

facendogli fuoriuscire gli intestini e come colpo finale schiaccia la sua faccia con il piede, il pubblico a questo punto ritorna ad acclamare Crisso che rivolge lo sguardo sul palco non trovando però Naevia e rimanendo di conseguenza deluso, proprio sugli spalti un messaggero consegna un telegramma a Batiato che afferma dell'attacco al convoglio di Calavio fuori dalla città anche se il suo corpo non era presente, Batiato si propone di cercarlo portando con se anche Numerius.

In città Ashur incontra Solonio e lo informa del piano di Batiato di rapire Calavio poi gli chiede se è armato per poterlo liberare e lo accompagna da lui.

In infermeria Spartacus è di nuovo preda della febbre che gli procura un'altra visione,
Spartacus1x11 1165
Spartacus si sveglia nello stesso luogo chiedendo di Mira e del Medico senza avere risposta allora si alza dirigendosi verso la porta ma voltandosi trova al suo posto un corpo disteso sotto un lenzuolo bianco, appena si avvicina il lenzuolo comincia a sporcarsi di sangue ed alzandolo scopre il suo volto con i capelli lunghi e la gola tagliata, la visuale cambia repentinamente e dalla porta della stanza d'ingresso compare Sura che chiede perché lo ha ucciso riferendosi al vecchio Spartacus ma il trace credendo parlasse di Varro risponde che non ha avuto scelta ed anche il suo vecchio aspetto diventa quello dell'amico, Sura compare di nuovo di fianco a lui dicendogli che potrebbe venire annientato da esso. La scena cambia di nuovo e ritorna a quando Spartacus ha tenuto tra le sue braccia Sura ancora viva per l'ultima volta e gli chiede di non lasciarlo di nuovo ma lei risponde che è stato lui a lasciarla, in quell'istante compare Varro che dice "di fare attenzione alla ferita", davanti a lui compare anche il carro con Aulo ferito e Batiato che lo raggiunge, finito di assistere alla stessa scena Varro vestito da guardia lo spinge e Spartacus si ritrova a quando ha visto Aulo in compagnia della schiava ed al posto di Mira compare Sura che per l'ennesima volta gli dice di fare attenzione alla ferita allora Spartacus osserva l'addome di Aulo e non nota nessuna cicatrice, in quel preciso momento ritorna nella realtà risvegliandosi dopo aver smaltito la febbre e Mira lo assiste per calmarlo poi casualmente si gira e vede ancora Aulo accanto a lui allora prega la schiava di toglierli le cinghie e fare la guardia alla porta per poter parlare con lui. In città Batiato e Numerius cercano il Magistrato ed il ragazzo consiglia di passare per le fogne trovando una entrata socchiusa volutamente, nel frattempo Solonio ed Ashur arrivano per primi ed il lanista afferra la sua daga
Spartacus1x11 1345
per liberare Calavio mentre Ashur fingendo di avere paura di essere ucciso scappa via. Solonio cade nella trappola scoprendo Calavio morto con la gola tagliata e nello stesso momento i soldati con Batiato e Numerius entrano nel cunicolo e lo trovano sopra il Magistrato con la sua spada in una mano, Batiato ordina alle guardie di catturarlo con Ashur terminato il suo compito ritorna al fianco del padrone scatenando la furia di Solonio alla sua vista realizzando di essere stato ingannato.
Spartacus1x11 1362
Ritornando in infermeria Spartacus scopre il torace di Aulo senza trovare nessuna cicatrice allora il mercenario si sveglia ed il trace lo stringe per la gola intimandogli di dire la verità, a quel punto Aulo confessa di aver ucciso Sura per conto di Batiato e Spartacus pervaso dalla rabbia lo uccide strozzandolo. Nel frattempo
Spartacus1x11 1428

Spartacus ritrova definitivamente se stesso

sentendo dei rumori Mira ritorna nella stanza e Spartacus gli chiede di legarlo di nuovo e di non parlarne con nessuno.

All'alba Batiato ed Ashur discutono della morte di Aulo senza preoccuparsi più di tanto avendo eliminato un eventuale problema, nel cortile invece i gladiatori si stanno allenando e Batiato felice di rivedere Spartacus gli chiede se è guarito e Spartacus con uno sguardo sicuro risponde "si padrone, sono di nuovo me stesso".

NoteModifica

  • Il Giusquiamo è una pianta erbacea velenosa della famiglia Solanaceae e si divide in bianca e nera, nei tempi antichi veniva usata anche per la sua proprietà farmaceutica, anestetica e analgesica.
  • La città di Picenzia che in latino era identificata in Picentia, menzionata da Domizia per spiegare il ritardo del marito Calavio al Magistrato di Pompei per un eventuale impegno d'affari si tratta dell'odierno paese di Pontecagnano Faiano in provincia di Salerno.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale