FANDOM


Indus
Ind.jpg
Ultima apparizione Graditi Ospiti
Relazioni Quinto Lentulus Batiato (Padrone)
Ulpius (Maestro)
Ashur (Amico)
Dagan (Amico)
Stato Deceduto
Attore Steven A. Davis
Doppiatore Massimo Triggiani

Indus è una delle reclute della scuola per gladiatori della Casa di Batiato ed apparso esclusivamente in Spartacus: Gli Dei dell'Arena.

Apparenza FisicaModifica

Indus è di altezza media e di costituzione magra rispetto agli altri gladiatori, nonostante questo come recluta riesce a sopravvivere ai primi duri allenamenti a cui Ulpius lo sottopone, ha dei capelli corti e neri, gli occhi castani ed una leggera barba scura.

PersonalitàModifica

Indus è una persona gentile, ha un buon rapporto con gli altri e non viene preso insistentemente di mira come per esempio Ashur o Dagan ed è sempre leale verso il suo Maestro, i compagni di allenamento ed il suo padrone.

Abilità nel CombattimentoModifica

SpartacusGx02 0386.jpg

Le abilità di Indus non sono giudicabili per il poco tempo passato nella scuola, l'unica cosa riscontrabile è la notevole volontà che lo ha fatto resistere ai primi duri allenamenti riservati alle reclute, paga comunque la sua esile statura che lo fa soccombere contro Dagan durante una sessione di allenamento a causa della maggiore massa corporea dell'avversario.

Gli Dei dell'ArenaModifica

SpartacusGx01 0767.jpg
SpartacusGx01 1387.jpg

Indus compare per la prima volta durante l'allenamento dei gladiatori dopo il combattimento vincente di Gannicus nella piccola arena ed ancora di nuovo insieme alle altre reclute Ashur, Dagan e Crisso nella sala del bagno mentre viene schernito dai gladiatori più anziani che successivamente salutano Gannicus per il suo successo nella sfida con il Campione di Vezio nella piazza del mercato.

SpartacusGx02 0391.jpg
SpartacusGx02 0402.jpg

Il giorno seguente Indus continua il suo allenamento affrontando per primo Ashur e poi si confronta con Dagan, il siriano si dimostra più capace e riesce a disarmarlo e farlo cadere a terra, Indus come è consentito a tutti i gladiatori si arrende chiedendo il missio alzando due dita, per sua sfortuna Batiato che è appoggiato al balcone e innervosito dalle continue provocazioni di Tullio dopo l'aggressione subita si accorge di quello che Indus sta facendo e lo rimprovera ferocemente dicendo che nessuno si arrende nella sua casa quindi nello stupore generale ordina che venga messo in catene e destinato alle miniere.

SpartacusGx02 0653.jpg
SpartacusGx02 0675.jpg

Il Maestro rimasto scosso dalla decisione presa da Batiato lo invita a cambiare idea ed il padrone accetta portando con se a Capua sia Indus che i siriani Dagan ed Ashur per vendicarsi dell'affronto subito da Vezio e promettendogli in cambio il Marchio della Confraternita, su ordine di Batiato è proprio Indus che intercetta Vezio e lo conduce con una scusa in un vicolo per ricongiungersi agli altri e picchiare il lanista ed i suoi uomini mettendoli tutti fuori gioco.

SpartacusGx02 0701.jpg
SpartacusGx02 0704.jpg

Poco dopo Ashur a malincuore gli comunica che Vezio lo ha visto in faccia e potrebbe riconoscerlo quindi su ordine di Batiato lo uccide tagliandogli la gola e lasciando il suo corpo senza vita disteso per la strada accanto a quello di Vezio privo di sensi.

NoteModifica

  • Il suo nome è un chiaro riferimento al fiume Indo che scorre nell'attuale Pakistan ed uno dei più lunghi di tutta l'Asia, probabilmente richiama il luogo delle sue origini nel territorio della Macedonia conquistato in tempo antichi da Alessandro Magno.
  • Lo stunt Steven A. Davis effettua la controfigura di Ande Cunningham nel ruolo di Duro durante le scene di combattimento, è apparso molte volte come personaggio di fondo nel ludus interpretando uno dei gladiatori ed inoltre è uno delle guardie romane che conducono Naevia alle miniere dopo essere stata venduta da Lucrezia a causa della sua relazione con Crisso nell'episodio "Rivelazioni" di Spartacus: Sangue e Sabbia.

ApparizioniModifica

Spartacus: Gli Dei dell'Arena: Peccati del Passato, Graditi Ospiti.

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale